Chi è

Fabio Canino, chi è il giudice di Ballando con le Stelle: la carriera, il successo e la vita privata

Fabio Canino è uno dei giudici storici di Ballando con le Stelle. La sua partecipazione alla trasmissione prosegue dal 2007. Negli anni si sono scoperte alcune informazioni su di lui.

Fabio Canino è un noto scrittore, attore, conduttore televisivo e radiofonico riconosciuto dal pubblico per essere giudice a Ballando con le stelle dal 2007. È uno dei personaggi televisivi più amati dal pubblico italiano. In passato ha parlato del suo rapporto con la famiglia, non mancando inoltre di esporsi su questioni e discussioni emerse nel corso del talent show di Rai 1.

Fabio Canino, gli esordi della carriera: lo studio, il teatro e il cinema

Fabio Canino è nato il 15 agosto 1963 a Firenze, in cui trascorre una parte della sua vita, tra cui la sua infanzia.

Appena diplomato decide di continuare gli studi in due città: a Firenze frequenta la Bottega Teatrale, poi si trasferisce a Milano per frequentare il Centro di Teatro Attivo. In seguito, al termine degli studi, lavora in alcuni villaggi turistici come animatore per diversi anni.

Canino esordisce come autore e attore a teatro in alcune commedie, in cui mostra il suo talento nella recitazione. Tra le più famose è ricordato per la sua performance in La tempesta di William Shakespeare. Inoltre, intraprende una breve carriera nel cinema come protagonista in Besame Mucho e Fratelli coltelli.

Fabio Canino in tv: conduttore, speaker e giudice

Qualche anno dopo aver vissuto in USA ed essere tornato in Italia, si dedica alla carriera in televisione. Esordisce per la prima volta come conduttore nel programma Assolo su La7, partecipa a Macao di Gianni Boncompagni e approda alle Iene dal 1998 al 2000. Negli anni si cimenta poi anche nei panni di speaker radiofonico, lavorando per Rai Radio 2, Play Radio e Tg Show. Nel 2007 arriva per lui una nuova opportunità lavorativa in tv. Da quell’anno infatti Fabio Canino è giudice a Ballando con le stelle.

Fabio Canino e il rapporto con i genitori: “Sono stato un bambino felice”

A Gennaio scorso, Fabio Canino è stato invitato da Silvia Toffanin a Verissimo, durante la chiacchierata televisiva ha raccontato della sua vita privata e del supporto costante con i genitori. “I miei mi hanno sempre appoggiato, aiutato. Sono stato un bambino felice, sono cresciuto in una famiglia normale e crescendo ero diventato l’animatore del condominio. Ho un bellissimo ricordo della mia infanzia. Sognavo il circo, perché per me era lo spettacolo, poi ho capito che cosa volevo fare” ha dichiarato.

In seguito a questo racconto, Fabio Canino ha ricordato gli amatissimi genitori. Dopo la morte del padre, ha rivelato, è tornato a casa e ha scoperto in un cassetto tutte le locandine dei propri spettacoli, che quest’ultimo aveva conservato con cura. Ai tempi, lo speaker aveva poi deciso di tornare a Firenze per dedicarsi alla madre colpita da ictus.

Fabio Canino e la vita privata: “Non scendo a compromessi”

Fabio Canino si è dichiarato gay, non è sposato e non ha figli. Negli ultimi tempi è stato impegnato come conduttore ai Diversity Media Awards e testimonial nella campagna Giù le mani dai bambini.

Nel corso della sua carriera, non ha mai rivelato dettagli in merito alla sua vita privata, ad eccezione di due volte. Due anni fa, come ospite da Pierluigi Diaco nel programma Io e te ha dichiarato la sua situazione sentimentale: Sono innamorato non corrisposto. L’altra persona non è coraggiosa. Le parole che mancano al cuore sono quelle non dette, i silenzi lasciano vuoti e distanze. Al mio cuore manca una persona”.

In seguito, come ospite a Verissimo, nella stessa puntata in cui aveva raccontato della sua infanzia un anno fa, ha rilasciato delle dichiarazioni di notevole importanza.

Fabio Canino ha raccontato della relazione con un ragazzo di nome Alessandro: “Avevo 16 anni, lui è stato il mio primo grande amore e casualità mi ha chiamato poco prima di venire qui”. Inoltre, ha aggiunto di non essere attualmente impegnato, in quanto il lavoro e i vari impegni non gli permettono di poter trascorrere del tempo con una persona.

Il discorso si è concluso con un’ultima dichiarazione dal tono romantico. Aspetto ancora il principe azzurro. So che non esiste, ma lo aspetto, lo vorrei. Non scendo a compromessi, preferisco star da solo” aveva infatti dichiarato con sicurezza.

Potrebbe interessarti