Cronaca

Vaccini anti Covid-19, Pfizer avverte: serviranno richiami per diversi anni contro il Coronavirus

Vaccini: secondo quanto riferito da Albert Bourla, amministratore delegato di Pfizer, serviranno richiami per diversi anni per tenere alto il livello di protezione contro il Coronavirus.
richiami vaccini Covid

Nel pieno della quarta ondata della pandemia da Coronavirus, in un mondo che si interroga sulla capacità dei vaccini contro il virus e le sue varianti (ultima la sudafricana Omicron), e sui temi della copertura contro le forme più severe dell’infezione da Sars-CoV-2, Pfizer avverte sugli scenari futuri: serviranno richiami per diversi anni. A dichiararlo è l’ad dell’azienda, Albert Bourla. Apparirebbe quindi probabile la necessità di vaccinazioni annuali nel lungo periodo.

Vaccini anti Covid-19, Pfizer: serviranno richiami per diversi anni

È probabile che le persone avranno bisogno di vaccinazioni annuali contro il Covid per molti anni a venire”.

Sono le parole spese ai microfoni della BBC da Albert Bourla, amministratore delegato di Pfizer, per tratteggiare il futuro scenario della lotta al Coronavirus.

Non più un’emergenza, ma una condizione strutturale che imporrebbe un approccio preventivo nel medio e lungo periodo dal punto di vista dei richiami. Ne serviranno per diversi anni, secondo Bourla, in modo da mantenere un “livello di protezione molto elevato” contro virus e varianti. Attualmente, l’azienda lavora a un vaccino aggiornato in risposta alla variante Omicron e, stando a quanto riferito dall’ad, potrebbe essere pronto in 100 giorni.

Covid, in Italia vaccini ai bambini prima di Natale

Sul fronte italiano, la campagna vaccinale prosegue e si estende alla platea dei più piccoli, con l’ok di Aifa ai vaccini per i bimbi tra i 5 e gli 11 anni.

Poche ore fa, in la struttura commissariale per l’emergenza Covid ha reso noto, riporta Ansa, che è stata programmata la distribuzione delle dosi pediatriche (1,5 milioni) di vaccino mRna-Pfizer per il mese in corso.

Si tratterebbe di una prima tranche di fornitura, con integrazioni a partire da gennaio, disponibile prima di Natale.

La data fissata sul calendario dal commissario Figliuolo sarebbe il 15 dicembre, con avvio delle somministrazioni ai bambini a partire dal giorno successivo.

Potrebbe interessarti