Spettacolo

Alessandra Mastronardi è Carla Fracci nel film sulla vita della celebre étoile: come si è preparata al ruolo

Scelta della stessa étoile, Alessandra Mastronardi è Carla Fracci nel nuovo film che racconta la sua vita. L'attrice ha studiato duramente per prepararsi al meglio a ricoprire il ruolo.
Carla Fracci Alessandra Mastronardi

Domenica 5 dicembre è andato in onda su Rai 1 il film Carla, liberamente ispirato alla biografia Passo dopo passo – la mia storia di Carla Fracci. Ad interpretare la celebre étoile vi è Alessandra Mastronardi che ha dovuto prepararsi al ruolo in casa durante il lockdown. La stessa attrice ha rivelato recentemente tutto ciò che ha dovuto fare per interpretare al meglio l’importante parte ottenuta.

Alessandra Mastronardi è Carla Fracci nel film sulla sua vita

Alessandra Mastronardi ha raccontato che “la signora Fracci ha partecipato in prima persona sia alla stesura della sceneggiatura, che alla scelta degli attori, delle location, dei costumi”.

È stata proprio la celebre ballerina, quindi, a sceglierla per interpretare sé stessa. A Fanpage.it il marito della Fracci, Beppe Menegatti, ha svelato i motivi alla base della scelta di Alessandra, voluta perché sarebbe “un’attrice deliziosa, che lavora con tanto amore e nessuna spocchia“. “Quando ho saputo che era stata lei a scegliermi, è stata la parte più terrificante, ma ho provato anche un immenso orgoglio– ha raccontato l’attrice stessa a Fanpage.it. “Non faccio parte del mondo della danza, non ho mai ballato, facevo ginnastica artistica e atletica leggera alle medie e al liceo” ha sottolineato.

Ho sentito una responsabilità incredibile dal principio, ma non ho mai avuto né ripensamenti, né tentennamenti. Ho detto subito di sì“ ha infine ammesso.

La Fracci avrebbe chiesto alla Mastronardi di interpretarla con “la serietà e la forza“. Perciò, così come ha rivelato lei stessa, l’attrice avrebbe “levato tutti i sorrisi possibili”. Su Gazzetta.it si legge che Alessandra Mastronardi ha rivolto moltissime domande all’étoile, tanto che il regista Emanuele Imbucci le avrebbe fatto segno di non esagerare.  Durante le riprese, la Mastronardi ha scoperto di essere molto simile a Carla Fracci, infatti nell’intervista a Fanpage.it ha continuato dicendo: “Siamo molto simili.

Entrambe abbiamo cominciato da piccole, per caso e senza essere figlie d’arte. Siamo cresciute insieme alla nostra passione che fortunatamente è diventata il nostro lavoro”.

Poi ha osservato ancora: “Lei rispettava la danza, era molto seria nei suoi allenamenti, non lasciava niente al caso, tutto era frutto di studio, di impegno, di sacrificio. Anch’io sono così. Nonostante non ami molto le regole, so che sono necessarie. Su questo ci somigliamo, siamo due soldatini nel lavoro”.

Alessandra Mastronardi allenamenti su Zoom e un’étoile come controfigura

Alessandra Mastronardi ha dovuto prepararsi al ruolo di Carla Fraccia durante il lockdown, in casa sua e con oggetti della sua vita quotidiana. A Fanpage.it infatti racconta “Ho dei video terribili di me vestita con il body e le calze rosa, attaccata all’asse da stiro usato come sbarra. Non è proprio il massimo, la mia coach ancora ride per queste cose”.

Nonostante gli allenamenti, però, l’attrice è stata affiancata da una controfigura per le scene di danza. “Non mi azzardo a definirmi ballerina, per carità.

È un altro mestiere. C’era la mia controfigura, che era Susanna Salvi, attuale étoile dell’Opera di Roma. Sono felicissima che sia diventata l’étoile. Se lo merita tanto” racconta ancora a Fanpage.it.

Alessandra Mastronardi e gli incontri con Carla Fracci

Il primo incontro tra Alessandra Mastronardi e Carla Fracci era avvenuto tramite la piattaforma Zoom. Alessandra Mastronardi ricorda quella videochiamata con queste parole: “Ero molto emozionata, ero truccata di scena.

Lei mi guardò e mi disse: ‘Mi somigli molto‘ e questa cosa mi riempì d’orgoglio. Ci stavamo impegnando molto a trovare una somiglianza in quelle piccole caratteristiche iconografiche della signora Fracci: l’attaccatura dei capelli, la chioma lunghissima e nera diventata il suo tratto distintivo, il trucco particolare”.

La seconda volta che la Fracci e la Mastronardi si sono incontrate, invece, si stava girando l’ultima scena del film. È stato anche l’ultimo incontro tra le due. La Mastronardi ha rivelato“indossavo il suo abito dello Schiaccianoci e la sua coroncina. La signora Fracci era lì che guardava i monitor, poi a un certo punto prese una sedia, la portò sul palco e disse: ‘Preferisco stare qua, dove la gente lavora‘. Stava proprio accanto a noi”.

Carla Fracci in quel periodo stava già male, ma non lo aveva detto a nessuno, solo la sua famiglia ne era al corrente. Il film, nato per celebrare la vita della brillante ballerina, è diventato, quindi un omaggio. Oggi, la Mastronardi si dispiace molto di questo. “Era programmata la visione del film con lei. Non ce l’abbiamo fatta. Che io sappia, ha visto il trailer ed era molto contenta, ma vedere il trailer e vedere il film sono due cose completamente diverse. Però, l’abbraccio che il Maestro Menegatti mi ha dato quando ha visto il film alla Scala, è valso per due”.

Carla Fracci, infatti, ci ha lasciato il 27 maggio 2021, all’età di 84 anni, a causa di un cancro.

Potrebbe interessarti