Vai al contenuto

Violenta esplosione in una casa, due persone morte in provincia di Potenza: la presunta causa dello scoppio

Pubblicato: 10/12/2021 12:47

Questa mattina, in provincia di Potenza, una casa è esplosa. A causare l’improvviso scoppio potrebbe essere stata una fuga di gas. Intervenuti sul posto, i soccorsi non hanno potuto fare altro che constatare il decesso di due persone. Nel corso del sopralluogo è stata anche individuata la presunta causa della deflagrazione.

Violenta esplosione in provincia di Potenza: due persone morte

Nelle prime ore della giornata di oggi, una casa di Brienza in località Monte, in provincia di Potenza, è esplosa. Giunti sul posto, i vigili del fuoco hanno trovato i cadaveri di due persone, morte con ogni probabilità a causa dell’incidente. Come riferisce Ansa, si tratterebbe di due uomini di nazionalità romena. Stando alle prime informazioni diffuse su di loro, pare che entrambi lavorassero in una ditta boschiva. Sul posto sono accorsi anche i carabinieri della compagnia locale e gli operatori sanitari del 118. Secondo Fanpage.it, sarebbero stati i colleghi dei due a lanciare l’allarme, preoccupati nel non vederli arrivare. Pare infatti che i due non fossero soliti a fare assenze.

Morti due uomini in un’esplosione a Potenza: la presunta causa dello scoppio

Giunti nei pressi dell’abitazione coinvolta nell’improvviso scoppio, i soccorsi avrebbero trovato i corpi delle due vittime senza vita in una stanza. A quanto pare, nel medesimo luogo sarebbe stata trovata anche una bombola di gas, utilizzata con ogni probabilità per alimentare una stufa utilizzata dai due operai per riscaldarsi nel corso della notte, viste le basse temperature del periodo. È quindi probabile che la morte di entrambi possa essere stata causata da una fuga di gas avvenuta mentre entrambi stavano dormendo.

Stando alle informazioni diffuse in queste ore, non sembra che nella deflagrazione siano state coinvolte altre persone. Non è chiaro se le due vittime abitassero in una casa individuale o se invece il loro alloggio fosse collocato all’interno di un complesso condominiale.