Cronaca Nera

Denise Pipitone, votati emendamenti della commissione parlamentare. Piera Maggio: “Non molliamo”

Sul caso Denise Pipitone c'è stato però un enorme passo avanti sul fronte della Commissione Parlamentare d'inchiesta. Sono stati votati gli emendamenti.
Denise Pipitone, votati emendamenti della commissione parlamentare. Piera Maggio: "Non molliamo"

Piera Maggio non si arrende, anche se il gip di Marsala ha deciso per l’archiviazione sulla nuova indagine, la mamma di Denise Pipitone ha ribadito il suo impegno a cercare verità e giustizia per sua figlia. Se dal fronte giudiziario il caso è arrivato di fronte ad una battuta d’arresto, per quanto riguarda invece il fronte della commissione parlamentare si sono fatti dei passi avanti; oggi sono stati votati gli emendamenti della Commissione su Denise Pipitone, che mira a fare chiarezza sul caso della bambina scomparsa il 1 settembre 2004 da Mazara Del Vallo.

Piera Maggio non si arrende

Chi ha rapito Denise deve sapere che non finirà mai, e che presto o tardi scopriremo la verità.

Denise, da 17 anni, viene rapita ogni giorno...” ha scritto Piera Maggio nella serata di lunedì 20 dicembre dopo aver saputo della decisione del gip di Marsala.

La mamma di Denise Pipitone non molla e insieme al suo avvocato si è opposta alla decisione della Procura, come scritto da lei su Facebook: “La nostra opposizione alla richiesta di archiviazione è stata proposta poiché la Procura della Repubblica a firma di 3 magistrati aveva scritto che le frasi ascoltate dai Carabinieri del comando Provinciale non esistevano e che se fossero state realmente profferite sarebbero state di interesse investigativo”.

“Noi con i nostri consulenti il Dr. Pietro Indorato, il Prof. Sartori dell’Università di Padova e l’Ing. Michele Vitiello abbiamo chiarito al di là di ogni ragionevole dubbio che quelle frasi di “interesse investigativo” erano state dette. All’udienza abbiamo ascoltato, i Pubblici Ministeri dr. Calogero Piscitello e la dr.ssa Giuliana Rana, affermare che avrebbero preso per buono l’esistenza di quelle frasi, che però prima non esistevano, ma che ora non avevano più nessun interesse investigativo.

Il G. I. P. ha pure confermato l’esistenza di quelle frasi ma ha ritenuto di archiviare. Noi staremo ad attendere come sentinelle cosa farà adesso la Procura della Repubblica a cui gli atti sono ritornati anche perché il dr. Calogero Piscitello a me e Pietro ha detto che non finirà di cercare la verità. Noi siamo qui ad attendere la loro promessa. Non molliamo.

Votati gli emendamenti alla Commisione parlamentare su Denise Pipitone

Sempre Piera Maggio ha reso noto che oggi sono stati votati gli emendamenti della Commissione Parlamentare che sarà istituita per la durata della XVIII legislatura e ha come obiettivo di “Ricostruire in maniera puntuale le cause e i motivi alla base della scomparsa “ e ancora “Verificare ed esaminare il materiale relativo alla scomparsa di Denise Pipitone, raccolto a seguito delle in delle inchieste effettuate dalle Forze dell’ordine e dalla magistratura e delle ricerche realizzate dai mezzi di comunicazione, erificare fatti, atti e condotte commissive e omissive che abbiano costituito o costituiscano ostacolo, ritardo o difficoltà per l’accertamento giurisdizionale di eventuali responsabilità relative alla scomparsa di Denise Pipitone”.

Alla fine dell’inchiesta sarà presentata una relazione finale; nel testo sono presenti anche i riferimenti in merito alla commissione e alle modalità di indagine.

Potrebbe interessarti