Economia

Bonus sfratti, in Manovra arriva un aiuto per i piccoli proprietari: come funziona e chi può richiederlo

Con la Manovra sarebbe in arrivo un aiuto per i piccoli proprietari di immobili. Si tratta del bonus sfratti, inserito nel maxi-emendamento: ecco come funzionerà e quali requisiti occorre avere.
bonus sfratti per i piccoli proprietari

Con la Manovra 2022 sarebbero in arrivo aiuti per i piccoli proprietari di case che siano stati interessati dalle norme anti-sfratto decise nel corso della pandemia. In particolare, ne potrà beneficiare chi non ha potuto portare a termine le operazioni di sfratto per morosità. Ecco come funzionerà questa nuova agevolazione e quanto varrà.

Bonus sfratti, che cos’è e chi può richiedere questo aiuto del Governo

Il cosiddetto “bonus sfratti” consiste in un contributo rivolto ai piccoli proprietari, cioè a quelle persone che sono proprietarie di un solo immobile. Riguarderà le locazioni ad uso abitativo e sarà assegnato nei casi in cui il canone abbia un peso di almeno il 40% nella formazione del reddito Isee del locatore.

La platea di destinatari comprende i proprietari che abbiano affittato un immobile e, dopo aver ottenuto la convalida di sfratto per morosità, dimostrino di non aver potuto metterla in pratica in conseguenza della sospensione dei provvedimenti di sfratto, una decisione stabilita tramite Decreto nel corso dell’emergenza Covid.

Quanto vale il bonus sfratti e come sarà erogata questa agevolazione

L’obiettivo del bonus sfratti è dunque quello di agevolare i piccoli proprietari per i quali il versamento dell’affitto costituisca una parte importante del reddito.

Per questa misura sono stati stanziati 10.000.000€ per il 2022, che costituiranno un vero e proprio fondo di solidarietà istituito tramite emendamento alla Legge di Bilancio. Il bonus sfratti consisterà in un contributo di valore pari al 50% del canone, ma non superiore a 6.400€. Sarà erogato per ogni mese di sospensione della procedura di sfratto, per un massimo di 16 mesi.

Manovra 2022, quali sono le misure più attese tra Superbonus 110% e nuove proroghe

Il bonus sfratti è una delle numerose misure attese dagli italiani sulle quali il Governo è al lavoro, così da poterle concretizzare nel 2022.

Nel maxi-emendamento alla Manovra sarebbero stati appena confermati anche il Superbonus 110% senza tetto Isee di 25.000€, la proroga di 6 mesi per il pagamento delle cartelle esattoriali che saranno notificate da gennaio a marzo 2022, il raddoppio del beneficio che si potrà ottenere con il bonus mobili e la proroga al 31 marzo 2022 del pagamento della Tosap-Cosap per i bar, i ristoranti e gli ambulanti. Prorogato anche il bonus idrico per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio dell’acqua fino al 2023.

Potrebbe interessarti