Politica

Figliuolo ha un nuovo piano per fermare Omicron: la decisione del commissario per l’emergenza Covid

La gestione della nuova fase dell'emergenza Coronavirus, con l'aggravante Omicron a dominare lo scenario della pandemia, è tema più che mai centrale per la ripartenza: il piano di Figliuolo.
Figliuolo ha un nuovo piano per fermare Omicron: la decisione del commissario per l'emergenza Covid

Screening nelle scuole, tracciamento e più vaccini per tutti con le terze dosi in testa agli obiettivi della campagna vaccinale italiana: sono le colonne portanti del nuovo piano del generale Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus, in vista delle riaperture dopo la parentesi delle feste. Lo ha spiegato nel corso di una intervista in cui si tracciano i contorni dell’iter e dei protocolli da seguire nei prossimi mesi a partire da gennaio 2022.

Figliuolo ha un nuovo piano per fermare Omicron

Più vaccini per tutti e screening a tappeto nelle scuole, insieme a una sempre più fitta trama nel tracciamento faranno da scheletro al piano contro il Coronavirus e la variante Omicron nei prossimi mesi.

A parlarne è il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario per l’emergenza Covid che, al Corriere della Sera, ha illustrato l’architettura delle prossime mosse nella gestione della pandemia in Italia (che passa anche per un Capodanno blindato).

Tra le priorità quella di aumentare sensibilmente e rapidamente il numero di vaccinati e di destinatari di dose booster. Questo, ha spiegato Figliuolo, “ci aiuterà a consolidare la barriera costruita finora con oltre 108 milioni di somministrazioni dall’inizio della campagna vaccinale“.

Secondo il commissario straordinario, al momento il Paese avrebbe registrato “risultati eccellenti” sul fronte vaccini: “Oggi la popolazione protetta con almeno una dose di vaccino, più i guariti da 6 mesi al massimo, è pari a circa il 90% degli over 12“. E con il via alla terza dose per la fascia 16-17 anni e i fragili 12-15 anni – a partire dal 27 dicembre -, si prevede un’ulteriore impennata di somministrazioni.

Screening nelle scuole: come funziona il piano Figliuolo

Ma come funzionerà lo screening per il rientro a scuola in sicurezza?

Ogni Regione – ha dichiarato Figliuolo – metterà a punto un dispositivo e, grazie alla grande disponibilità del ministro alla Difesa, Guerini, avremo il supporto dei team e dei laboratori militari.

Prima della pausa natalizia, il personale militare ha effettuato oltre 18mila tamponi in 470 istituti scolastici“. In campo, dunque, l’impegno dei militari per sostenere il piano di tracciamento e accertamento.

Per quanto riguarda l’uso dei dispositivi di protezione individuale in classe, il Governo ha stanziato 5 milioni di euro per l’acquisto di mascherine Ffp2 che, ha aggiunto Figliuolo, saranno destinate “a chi svolge attività scolastiche e didattiche a favore dell’infanzia e a chi è a contatto con alunni esonerati dall’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie“.

Potrebbe interessarti