Cronaca Italia

Digitale terrestre: tutte le regioni che devono risintonizzare il segnale a partire dal 3 gennaio 2022

Dal 3 gennaio ci sarà un aggiornamento del segnale tv che riguarderà diverse regioni del nord Italia, e più avanti comprenderà l'Italia intera. È il passaggio al digitale terrestre.
Digitale terrestre: tutte le regioni che devono risintonizzare il segnale a partire dal 3 gennaio 2022Digitale terrestre: tutte le regioni che devono risintonizzare il segnale a partire dal 3 gennaio 2022

A partire dal 3 gennaio 2022, in molte regioni del nord Italia, sarà necessario risintonizzare i televisori. Chi non ha un decoder o un televisore HD, dovrà comprare uno nuovo. La fase che inizierà tra pochi giorni si concluderà il 9 marzo, ma già dal 9 febbraio ci sarà il via per la seconda parte del passaggio.

Digitale terrestre: chi deve cambiare il decoder o il televisore

Per continuare a vedere i canali del digitale terrestre, dal 3 gennaio 2022, sarà necessario risintonizzare i canali tv. Come ricorda adnkronos, per le persone che non dispongono di decoder o televisori HD, sarà possibile acquistarne uno nuovo, usufruendo degli incentivi messi a disposizione dal Mise.

Per alcuni mesi, anche chi non dispone di una tv HD, potrà continuare a vedere la tv con il vecchio apparecchio, poiché fino alla fine del 2022 le emittenti potranno trasmettere in simultanea su i nuovi e vecchi dispositivi. Tuttavia, sui canali del telecomando dall’1 al 9 ci saranno i canali con la nuova codifica.

Digitale terrestre: lo switch off e il calendario delle regioni

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha comunicato che dal 3 gennaio 2022 la riorganizzazione delle frequenze tv sul digitale terrestre riguarderà gran parte delle regioni del nord Italia.

Saranno interessante dal 3 gennaio al 9 marzo la Valle d’Aosta, il Piemonte, la Lombardia (tranne la provincia di Mantova) e le province di Piacenza, Trento e Bolzano. In alcune di queste zone alcune frequenze RAI hanno già effettuato il passaggio all’HD. Mentre dal 9 febbraio al 14 marzo, saranno interessate le regioni di Veneto, la provincia di Mantova, Friuli Venezia Giulia e Emilia Romagna.

Dal 8 marzo 2022,le emittenti nazionali provvederanno ad attivare in tutto il Paese la codifica Mpeg-4 sullo standard tecnologico DBVT. Ciò consentirà di vedere programmi in alta qualità solamente a chi è in possesso di televisori che supportano questa tecnologia.

Bonus e agevolazioni per gli over 70 per l’acquisto del digitale terrestre

Le persone che dovranno cambiare il televisore, avranno diritto a un bonus messo a disposizione dal Mise.

Per gli over 70 con reddito inferiore a 20 mila euro, è prevista un’agevolazione che consentirà di ricevere a casa gratuitamente i decoder, grazie a una convenzione tra Ministero dello sviluppo economico e Poste Italiane S.p.a.

Il Mise ha anche annunciato una collaborazione con le regioni coinvolte dalla riorganizzazione delle frequenze che partitrà il 3 gennaio, per sviluppare iniziative di comunicazioni utili a raggiungere tutti i comuni interessati.

Come verificare la compatibilità del televisore con il nuovo digitale terrestre

Per verificare se il televisore sarà compatibile con l’aggiornamento, sarà sufficiente sintonizzare il televisore sui canali 100 e 200 del digitale terrestre e se compare una schermata bianca, con la scritta “Test Hevc main”, significa che il televisore è adatto alla ricezione del nuovo segnale.

Potrebbe interessarti