Politica

Super Green Pass obbligatorio: dove e da quando scattano le nuove regole per la certificazione verde

Il nuovo Decreto ha introdotto nuove regole relative al Super Green Pass, estendendone l'obbligo in numerosi ambiti prima accessibili con la certificazione "base". Ecco cosa cambia.
Super Green Pass obbligatorio: dove e da quando scattano le nuove regole per la certificazione verde

Novità relative al Super Green Pass sono state approvate con il Decreto Legge di mercoledì 29 dicembre. Si tratta di un’estensione dell’obbligo di certificazione “rafforzata” in numerosi ambiti, prima accessibili con il Green Pass “base”. Ecco come sono cambiate le regole con il nuovo Decreto.

Super Green Pass, arriva l’estensione: dove sarà obbligatorio a partire da gennaio

Il Super Green Pass è la certificazione che si ottiene dopo il completamento del ciclo vaccinale, dopo aver ricevuto la terza dose oppure in seguito alla guarigione dall’infezione da Covid. In base al Decreto Legge del 29 dicembre, l’obbligo di questo tipo di certificato viene esteso, anche in zona bianca e gialla, a luoghi e attività prima accessibili con un semplice tampone.

A partire dal 10 gennaio e fino al termine dello stato di emergenza, prorogato al 31 marzo 2022, il Super Green Pass sarà obbligatorio per:

  • Prendere i mezzi di trasporto pubblico, anche locale;
  • Mangiare all’aperto in bar e ristoranti;
  • Partecipare a fiere, convegni e sagre e visitare musei;
  • Recarsi in hotel e nelle strutture ricettive, compresi i centri benessere e termali;
  • Prendere parte a feste, anche dopo cerimonie civili o religiose, e alle cerimonie pubbliche;
  • Praticare sport di squadra, anche all’aperto, compreso lo sci e l’accesso alle piscine;
  • Recarsi in centri culturali, sociali e ricreativi, anche per svolgere attività all’aperto, e nei parchi divertimento;
  • Accedere a cinema, teatri, stadi, palazzetti e sale concerto.

Quali sono gli ambiti in cui non vigerà l’obbligo del Super Green Pass

In seguito all’aumento vertiginoso dei contagi, dovuto anche alla diffusione della variante Omicron, l’obbligo di Super Green Pass è di fatto stato esteso a tutte le tipologie di attività ricreative e sociali, anche a quelle che erano accessibili dopo essersi sottoposti a un tampone con risultato negativo.

Al momento, dunque, il certificato verde rafforzato non è richiesto ai lavoratori e agli studenti universitari, che potranno recarsi sul luogo di lavoro o negli atenei con il Green Pass base. La decisione se estendere il Super Green Pass anche al mondo del lavoro, sia pubblico sia privato, potrebbe essere affrontata dal Governo nei primi giorni di gennaio.

Potrebbe interessarti