Sai che...

2022, l’anno tragico di Nostradamus: tra inflazione, guerre e immigrazioni. Ecco cosa succederà secondo l’astrologo

Le Profezie di Nostradamus tornano come ogni anno in questo periodo, il noto astrologo della corte francese di Caterina 'de Medici sembra aver previsto la crisi delle materie prime e non solo
Nostradamus, le profezie del 2022: tra terremoti, carestie e morti famose cosa succederà secondo l'astrologo

Immancabili come ogni anno, arrivano le profezie di Nostradamus per l’anno 2022. Le quartine che hanno reso celebre l’astrologo francese della corte di Caterina de’ Medici dipingono l’anno che verrà non propriamente come roseo, alcune sono davvero curiose.

Chi era Nostradamus: astrologo e autore de Les Prophecies

Michel de Nostredame, detto Nostradamus, era un medico ed astrologo francese nato a Saint-Rémy-de-Provence nel 1503 e morte a Salon-de-Provence nel 1566. Oltre all’astrologia e alla medicina, come ogni sapiente e studioso di epoca rinascimentale, Nostradamus era anche scrittore, farmacista e speziale.

Del suo lavoro si ricordano principalmente le profezie della storia, scritte in quartine in rima in gruppi da cento e raccolte ne Les Prophecies- Le profezie, a loro volta raccolte nel libro Centuries et propéties pubblicato nel 1555.

Nostradamus ha vissuto per anni alla corte di Caterina de’ Medici, la regina lo aveva convocato dopo aver letto le sue opere per fargli fare l’oroscopo dei suoi figli, dato che alcune si rivelarono vere, la sua fama accrebbe a dismisura.

Nelle Centurie Nostradamus raccoglie 942 quartine. In quest’opera ricorrono numerosi giochi di parole ed una commistione di lingue.

È proprio il suo carattere sibillino a determinare, ancora oggi, tanto successo ed interesse. Numerose sono state le profezie di Nostradamus: l’attentato a Papa Giovanni Paolo II il 13 Maggio 1981, la caduta del muro di Berlino il 9 Novembre 1989, l’attentato alle Torri Gemelle l’11 Settembre 2001 e così via. L’attendibilità delle profezie di Nostradamus è stata spiegata dagli esperti come esempio di chiaroveggenza retroattiva, ovvero profezie plausibili in quanto scritte in modo vago ed ambiguo e quindi adattabili a qualunque circostanza.

Nostradamus: le previsioni del 2022

Le profezie di Nostradamus sono state rielaborate nel libro Nostradamus.

Le nuove profezie fino al 2025 a cura dello scrittore francese Jean-Charles de Fontbrune. Tra guerra, immigrazione, la fine dell’Unione Europea, ma anche fame e carestie, le previsioni di Nostradamus per il 2022.

I templi sacri del primo stile romano rifiuteranno le fondamenta della Dea”. In queste rime di Nostradamus ci sarebbe, secondo chi le ha interpretate, la fine dell’Unione Europea o comunque un suo sfaldamento. A questa si collegano altre rime che si rivelerebbero la causa: “Il miele costerà molto più della cera delle candele.

Così alto è il prezzo del grano. Che l’uomo è smosso il suo simile a mangiare nella disperazione” ovvero una forte inflazione e una crisi delle materie prime che, effettivamente, sta preoccupando non solo l’Europa, anche il mondo.

Le profezie proseguono su note di guerre e immigrazioni: “Di sangue e fame maggiore calamità. Sette volte appreste alla spiaggia marina. Monech di fame, luogo preso, prigionia”. In questa previsione si fa accenno proprio alle migrazioni che potrebbero aumentare a dismisura.

La crisi climatica e la morte di un personaggio rinomato nelle profezie di Nostradamus del 2022

Nostradamus pare aver previsto per il 2022 anche l’acuirsi della crisi climatica: “Sotto il clima babilonese opposto.

Grande sarà senza effusione” e ancora “Verso la mezza siccità estrema.

Nella profondità dell’Asia diranno terremoto”, sembra chiaro quindi che secondo l’astrologo francese la crisi climatica potrebbe portare a siccità e l’Asia sarà colpita da un grave sconvolgimento che potrebbe anche rivelarsi un terremoto.

Nelle profezie si parla anche dell’improvvisa morte di un personaggio importante, un “primo personaggio” la cui morte porterebbe ad un grande cambiamento: “L’improvvisa morte del primo personaggio / Porterà un cambiamento e potrà porre un altro personaggio nel regno” Tra i nomi più gettonati ci sarebbe quello del leader supremo nord-coreano Kim Jong-Un che già nel 2020 era stato dato per malato grave e, in un breve periodo anche per morto, ma anche la Regina Elisabetta che quest’anno festeggerà il giubileo di Platino, ovvero i suoi 70 anni di regno.

“Le copie d’oro e d’argento gonfiate/Che dopo il furto furono gettate nel lago/Alla scoperta che tutto è esaurito e dissipato dal debito/Tutti i copioni e le obbligazioni saranno spazzati via” in questa ad esempio, gli esperti hanno visto la fine dell’era delle criptovalute. E ancora: “La Luna nel pieno della notte sopra l’alta montagna / La vede il nuovo saggio con un cervello solitario / Dai suoi discepoli invitati ad essere immortali / Occhi a sud. Mani nel petto, corpi nel fuoco” qui invece si farebbe riferimento all’intelligenza artificiale.

Potrebbe interessarti