Politica

Covid, sistema dei colori verso una revisione: il Governo apre alle richieste delle Regioni

Si apre il confronto Governo - Regioni sull'orizzonte di una rimodulazione del sistema di assegnazione dei colori per fasce di rischio: all'orizzonte possibili nuove regole.
Covid, sistema dei colori verso una revisione: il Governo apre alle richieste delle Regioni

Un tavolo tecnico per vagliare l’eventuale revisione del sistema dei colori con cui, finora, le Regioni italiane sono state inquadrate nelle varie fasce di rischio, dalla zona bianca alla rossa, passando per la zona gialla e quella arancione. È quanto emerge dalla recente apertura dell’esecutivo alle richieste di rimodulazione dei parametri avanzate dai governatori, mentre si attende il prossimo Dpcm con cui le maglie dell’obbligo di Green pass potrebbero allentarsi per l’accesso a diversi luoghi, attività e servizi.

Covid, il sistema dei colori delle Regioni verso una revisione

Ci sarebbe margine per una “riconsiderazione” del sistema dei colori da assegnare alle Regioni sulla base del rischio Covid.

A delineare il quadro di un potenziale cambiamento nell’attuale architettura di valutazione delle fasce – che prevedono diverse misure e restrizioni a seconda dell’andamento di contagi e ricoveri nei vari territori – è il ministro della Salute, Roberto Speranza: “Nelle prossime settimane – le parole del titolare del dicastero, riportate dell’Ansadovremo aprire un confronto con le Regioni e nelle prossime ore apriremo un tavolo tecnico per affrontare le questioni che hanno proposto“.

L’esecutivo apre così a un dialogo con i governatori che, da settimane, sollecitano modifiche sul conteggio delle ospedalizzazioni da Coronavirus e sul sistema di assegnazione dei colori finora adottato per la gestione della pandemia nel Paese.

Per alcuni, un approccio da superare vista l’evoluzione del contesto epidemiologico.

I parametri di classificazione che portano in zona bianca, gialla, arancione o rossa potrebbero presto subire una importante modifica proprio perché pensate per la fase più cruda dell’emergenza: “L’Italia a colori è stato un sistema utile e condiviso con le Regioni. Credo che una riflessione possa essere fatta, di fronte a un popolo italiano che per il 90% si è vaccinato“, ha dichiarato il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, a SkyTg24 parlando della necessità di dare ai cittadini una prospettiva nuova.

Covid, atteso Dpcm con le eccezioni all’obbligo di Green pass

Nel tessuto di una sensibile accelerazione della campagna vaccinale, il Governo sarebbe pronto a cambiare le regole sul conteggio dei ricoveri da Covid ed è atteso nelle prossime ore un nuovo Dpcm, contenente le eccezioni all’obbligo di Green pass per l’accesso ad alcuni luoghi, attività e servizi essenziali.

Senza certificato verde, secondo quanto anticipato nei giorni scorsi, sarà possibile recarsi a fare la spesa, dal medico, dal veterinario oppure andare a denunciare un reato, così come entrare in tribunale per testimoniare o per esigenze urgenti relative alla tutela dei minori. Il dibattito e il pressing delle Regioni sull’eventuale inserimento di altre attività da ammettere senza pass, però, continua.

Potrebbe interessarti