Politica

Dove serve il Super Green Pass dal 01 febbraio: intesa sulla lista di negozi e attività nel nuovo Dpcm

Supermercati, edicole, benzinai e tabaccai: la lista delle attività e dei negozi dove servirà il Green Pass rafforzato (o Super Green Pass) a partire dal 01 febbraio.
Dove serve il Super Green Pass dal 01 febbraio: decisa la lista di negozi e attività del nuovo Dpcm

Il Governo avrebbe raggiunto un accordo sulla lista di attività per le quali verrà richiesto il Super Green Pass o il semplice Green Pass base a partire dal 01 febbraio. Secondo la bozza diffusa in queste ore, la mediazione si è raggiunta su alcune attività ritenute fondamentali e sicure perché per la maggior parte all’aperto. Saltano però i tabaccai: bisognerà essere vaccinati o guariti per accedervi.

Nuovo Dpcm, la lista dei negozi dove servirà il Super Green Pass

Secondo quanto riporta Adnkronos, il Governo avrebbe trovato la quadra sulla lista dei negozi dove servirà il Super Green Pass tra pochi giorni: entra nel vivo quindi l’ultimo decreto che ha fissato al 01 febbraio l’inizio dell’obbligo vaccinale per gli Over 50.

La stretta ha reso necessario stilare la lista di attività dove ci si potrà recare con il Green Pass base: scontato che verrà sempre permesso l’accesso a supermercati e farmacie, ma il Dpcm che dovrebbe essere firmato a giorni è frutto di una mediazione tra chi vorrebbe misure più restrittive chi, come il Ministero dello Sviluppo Economico, cerca di tenere larghe le maglie. La via di mezzo è stata trovata e, riporta il Corriere della Sera, dal 01 febbraio NON servirà il Super Green Pass (o Green Pass rafforzato) per:

  • Alimentari: sia negozi al dettaglio che supermercati e negozi che vendono surgelati, bevande, pescherie. Accesso con Green Pass base anche ai mercati rionali
  • Farmacie e parafarmacie, negozi che vengono prodotti igienico sanitari
  • Edicole all’aperto
  • Negozi che vendono prodotti per animali
  • Benzinai e carburanti (negozi che vendono legna o liquidi per alimentare le stufe)

Restano fuori invece negozi di cosmetica, edicole al chiuso, librerie e soprattutto i tabaccai: durante il primo lockdown aveva fatto discutere la loro non chiusura, ora servirà essere vaccinati o guariti dal Covid-19 per accedervi perchè, secondo il Governo, non rientrano negli esercizi commerciali che vendono prodotti essenziali.

Governo pronto a rivedere il sistema dei colori

La lista pronta ad essere approvata nel prossimo Dpcm non è l’unico cambiamento che potrebbe interessare la gestione pandemica in Italia. Per andare incontro alle richieste delle Regioni, il Governo starebbe valutando di cambiare il sistema del passaggio di colore, da zona gialla ad arancione e rossa. Viene chiesto soprattutto di rivalutare il sistema di conteggi delle ospedalizzazioni. “Nelle prossime settimane – ha detto Roberto Speranza – dovremo aprire un confronto con le Regioni e nelle prossime ore apriremo un tavolo tecnico per affrontare le questioni che hanno proposto“.

Potrebbe interessarti