Politica

Paolo Maddalena chi è il nome più votato alla prima tornata nelle elezioni per il Presidente della Repubblica

Paolo Maddalena è un ex membro della Corte Costituzionale, secondo il suo parere per eleggere il Presidente della Repubblica più che questione di nome è questione di rispetto della Costituzione.
Elezioni Presidente della Repubblica: Paolo Maddalena, chi il nome più votato alla prima tornata

Quello di Paolo Maddalena è stato il nome più votato durante il primo giro di votazioni per eleggere il Presidente della Repubblica, ex giudice della Corte Costituzionale, si è definito in più occasioni teorico dei beni comuni e nemico del liberismo; in passato ha più volte criticato l’attuale Presidente del Consiglio Mario Draghi.

Paolo Maddalena: il nome più votato alla prima giornata di elezioni del Presidente della Repubblica

Con 36 preferenze quello di Paolo Maddalena è il nome più votato al primo giro votazioni per eleggere il Presidente della Repubblica. Si tratta di un ex giudice della Corte dei Conti e della Corte Costituzionale (dal 2002 al 2011).

Dal 2017 è in pensione e si è dedicato negli ultimi anni alla fondazione dell’associazione Attuare le Costituzione. Un movimento che si rifà ai valori fondativi presenti della carta costituzionale.

Paolo Maddalena è stato il candidato degli ex grillini fuoriusciti negli anni dal Movimento e confluiti nel gruppo Misto. Come ex magistrato è noto per le sue posizioni anti liberali e forte critico di Mario Draghi.

Le prime dichiarazioni di Paolo Maddalena

Ospite su Rai Radio1, Maddalena ha commentato la presenza del suo nome alle urne: “Sono lieto che il mio nome sia uscito per un ruolo così importante.

(…) Mi ha telefonato la senatrice Nugnes che mi ha spiegato che il gruppo Misto aveva indicato me, ne sono stato lieto, è gratificante per me che ho dedicato tutta la mia vita alla Patria.

Sono un cattolico di sinistra, in passato ho votato sia per il Partito Democratico che per il Movimento 5 Stelle“.

Il perché della sua candidatura lo ha spiegato Maddalena stesso: “La mia è candidatura di bandiera, lo so e la accetto ma so che non sarà facile essere eletto. (…) Draghi no, è un neoliberista, Amato no, ha fatto troppe privatizzazioni, Berlusconi no”.

Sul futuro Presidente della Repubblica, Paolo Maddalena ha spiegato che a suo parere la caratteristica più importnate è quella di una figura che “Abbia a cuore la Costituzione”.

Potrebbe interessarti