Politica

Elisabetta Belloni tra i nomi per il Quirinale: la lunga carriera diplomatica e i riconoscimenti

Il nome di Elisabetta Belloni piace alla politica e anche a chi vorrebbe una donna come Presidente della Repubblica. Ecco la sua carriera e i riconoscimenti che ha ricevuto.
Elisabetta Belloni tra i nomi per il Quirinale: la lunga carriera diplomatica e i riconoscimenti

Sono in molti i cittadini che vorrebbero assistere all’elezione di una donna come prima Presidente della Repubblica. Una delle possibili candidate, il cui nome starebbe circolando nelle ultime ore, è quello di Elisabetta Belloni. Ecco chi è e quali cariche ha ricoperto fino a ora.

Elisabetta Belloni, l’inizio della carriera diplomatica tra la Farnesina e Vienna

Già proposta nel 2018 come Presidente del Consiglio, Elisabetta Belloni è nata nel 1958, a Roma, ed è laureata in Scienze Politiche presso l’Università LUISS di Roma. La sua carriera diplomatica inizia quando ha 27 anni, nel 1985, presso la Direzione generale degli affari politici della Farnesina.

Nel 1986 si sposta a Vienna, dove lavora presso l’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale. Tornerà alla Direzione affari politici tra il 1989 e il 1992, dove diventa Vice Capo della Delegazione Confidence and Security Building Measures sempre a Vienna. In seguito farà parte della delegazione italiana alla conferenza di Helsinki in relazione ai seguiti della Delegazione. Tra il 1993 al 1996 è Primo Segretario alla Rappresentanza diplomatica presso le Organizzazioni internazionali. Fino al 1999 lavora all’Ambasciata italiana a Bratislava.

Gli incarichi ricoperti da Elisabetta Belloni nei Governi Berlusconi e Renzi

Nel 1999 Belloni fa ritorno in Italia, in particolare nell’Ufficio Russia della Direzione affari politici. Nel 2000 viene posta a capo della Segreteria presso la Direzione per i Paesi dell’Europa e nel 2001 ricopre la carica Capo dell’Ufficio per i Paesi dell’Europa centro-orientale, che manterrà fino al 2003. Nel 2002 è a capo della Segreteria del Sottosegretario di Stato agli Esteri nel Governo Berlusconi, mentre nel 2004 riceve la nomina a Capo dell’Unità di Crisi della Farnesina. Tra il 2008 e il 2012 Elisabetta Belloni diventa Direttore generale per la Cooperazione allo Sviluppo, mentre dal 2013 al 2015 è Direttore generale per le Risorse e l’Innovazione.

Nel 2015 riceve l’incarico di Capo di Gabinetto del Ministro degli affari Esteri e della Cooperazione Internazionale dal Governo Renzi e nel 2016 diviene Segretario Generale della Farnesina.

Elisabetta Belloni e il Governo Draghi: quale carica ricopre adesso

Elisabetta Belloni è stata nominata dal Governo Draghi, nel 2021, in qualità di Direttore generale del Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza, l’organo che coordina le attività delle Agenzie di Informazioni e Sicurezza Interna ed Esterna.

Il nome di Belloni sembra quindi supportato dalla lunga e importante carriera diplomatica alle sue spalle e dalla volontà di non schierarsi con alcun partito, pur avendo ricoperto cariche di rilevanza politica. Elisabetta Belloni ha inoltre ricevuto numerosi riconoscimenti per il suo operato: è Cavaliere di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana, Cavaliere della Legion d’onore in Francia “per il contributo dato alla cooperazione bilaterale, in particolare durante le emergenze del Libano, dello tsunami in Asia e degli scontri in Costa d’Avorio” e dalla Romania ha ricevuto il nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell’Ordine del Fedele Servizio.

Potrebbe interessarti