Politica

Sabino Cassese, chi è il giurista tra i candidati più votati come Presidente della Repubblica

In queste ore tra i nomi più votati per la Presidenza della Repubblica c'è quello di Sabino Cassese, giurista che ha preso parte al Governo Ciampi come ministro della Funzione pubblica.
Sabino Cassese, chi è il giurista tra i candidati più votati come Presidente della Repubblica

Proseguono le votazioni per il nuovo Presidente della Repubblica ma le incertezze sul risultato sono ancora molte. Tra i nomi che più sono circolati in queste ore c’è quello di Sergio Mattarella ma sono diversi anche i nomi appartenenti al mondo giuridico, come quelli di Nino Di Matteo e Sabino Cassese. Tracciamo un profilo di quest’ultimo, senz’altro tra i favoriti nella corda al Colle.

Sabino Cassese, attività giuridica del candidato alla Presidenza della Repubblica

Nato nel 1935, Sabino Cassese ha un curriculum piuttosto ricco alle spalle. Nasce infatti come accademico, ruolo ricoperto fin dai primi momenti dopo la laurea all’Università di Pisa.

Ha insegnato infatti sia in Italia che all’estero – possibilità che si è concretizzata grazie alla sua conoscenza di inglese, francese, spagnolo e tedesco. Tra le sue collaborazioni più note ci sono quella all’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, la Normale di Pisa e la New York University.

L’ultimo incarico universitario è arrivato nel 2005, quando ha coperto la cattedra di diritto amministrativo all’università La Sapienza. Successivamente ha interrotto la sua attività accademica perché è stato nominato giudice della Corte Costituzionale.

È stato inoltre Ministro per la funzione pubblica per il Governo Ciampi, coprendo il ruolo dal 1993 al 1994.

Sabino Cassese, orientamento politico del giurista in corsa per il Quirinale

Nonostante la nomina di Ministro per la funzione pubblica, Sabino Cassese non è mai risultato iscritto ad alcun partito politico. Nonostante questo alcuni giornali, tra cui La Notizia, riportano che le sue idee politiche potrebbero considerarsi vicine a quelle liberali. Lo stesso giornale riporta inoltre che le sue attività si sono a volte incrociate con quelle di Silvio Berlusconi, nonostante il sopracitato Governo Ciampi abbia visto una coalizione di partiti diversi (DC, PSI, PSDI, PRI, PLI, PDS, FdV, AD) e solo nel 1994 si è arrivati all’esecutivo del leader di Forza Italia.

Nelle ultime ore ore invece Il Foglio aveva riportato la notizia di un incontro tra Matteo Salvini e Sabino Cassese, che sarebbe avvenuto nella casa romana del professione, notizia tuttavia smentita subito dopo dalla stessa Lega, secondo quanto riportato in queste ore da alcune testate giornalistiche tra cui Il Giornale.

Sabino Cassese sulla possibilità di essere eletto come Presidente della Repubblica

In queste ore il professore è stato raggiunto anche dall’Adnkronos, che ha chiesto un commento sulla possibilità di essere eletto come Presidente della Repubblica.

Alla domanda “Sarebbe onorato, anzi, felice se questa spinta nei suoi confronti si concretizzasse?” ha prontamente riposto: “Certo!… Eh, non lo so, non lo so… Ma sentiamoci dopo“.

Una dichiarazione dunque che non lascia trasparire esattamente le idee di Sabino Cassese sulle ultime votazioni per il Quirinale, che ha anche evitato di mostrare alcun tipo di reazione su come stia vivendo questo momento. A questa domanda ha infatti risposto: “Come dicono gli inglesi… as usual” e una risata, che lasciano intendere che al momento le votazioni non stanno concretamente incidendo sulla sua quotidianità.

Potrebbe interessarti