Politica

Elezioni del presidente della Repubblica ultime notizie: oggi la quinta votazione. Centrodestra unito su Casellati

Elezioni del presidente della Repubblica, ultime notizie del 27 gennaio 2022: oggi la quarta votazione. I nomi in ballo e le strategie.
Elezioni del presidente della Repubblica

Questa mattina di venerdì 28 gennaio 2022, i partiti avranno nuove riunioni prima della votazione, la quinta, che partirà anche oggi alle 11. Il Centrodestra sembra avere un piano per la giornata e si trova unito sul nome della Casellati, tornato in auge nonostante i no di Letta.


Quinta votazione al Quirinale: torna in ballo Elisabetta Casellati e il centrosinistra si prepara a “reagire” – ore 8.39 del 28 gennaio

Elisabetta Casellati non è tra i candidati del centro-destra al Quirinale. Il no alla Presidente del Senato
Elisabetta Alberti Casellati

Ieri fumata nera al quarto scrutinio per l’elezione del Presidente della Repubblica, oggi quinta votazione prevista a partire dalle ore 11 di oggi. Il centrodestra ripunta sul nome di Elisabetta Casellati, mentre il centrosinistra si prepara a “reagire”: atteso un vertice Letta-Conte-Speranza per valutare le prossime contromosse all’eventuale ritorno in pista della presidente del Senato.

Cosa si prevede per la giornata di oggi.


I nomi ancora in gara per la corsa al Quirinale e i vertici in corso – ore 19.43

I nomi ancora in gara per la corsa al Quirinale e i vertici in corso - ore 19.43

Mentre si attende la quinta votazione della settimana per l’elezione del Presidente della Repubblica, sono ormai noti i nomi emersi in queste ore come possibili candidati. Nonostante la volontà più volte espressa dal diretto interessato, l’ipotesi di un “Mattarella Bis” si fa sempre più insistente.

Oltre a lui, il nome di Mario Draghi si fa sempre più insistente nella lista dei papabili e ci sarebbe addirittura chi lo vedrebbe bene al fianco di Elisabetta Belloni, in un inedito tandem. Novità assoluta della giornata è sicuramente Sabino Cassese, giudice che in passato ha anche ricoperto il ruolo di Ministro per la funzione pubblica. Oltre a lui, in queste ore si sta parlando di Giampiero Massolo, che secondo alcune fonti avrebbe incontrato Matteo Salvini.

Nel pomeriggio è avvenuto l’incontro fra Antonio Tajani e Mario Draghi. Secondo quanto riferito da Il fatto quotidiano, si sarebbe trattato di un confronto “cordiale” e FI vorrebbe il proseguimento di Draghi nel suo ruolo di guida del governo.

Attorno alle 18, sarebbero inoltre avvenuti l’incontro informale fra Meloni e Salvini e poi il vertice di quest’ultimo con i dirigenti del suo partito. Sempre alle 18 avrebbe avuto luogo il vertice Forza Italia – Udc. Tutto sui nomi ancora in gara per il ruolo di Presidente della Repubblica.


Elezione presidente della Repubblica: finita la quarta votazione. Niente Quorum- ore 15

Si è conclusa la quarta votazione per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica, già allo spoglio delle prime 48 schede, vista anche l’astensione di oltre 470 grandi elettori, la fumata nera è stata lampante.

I risultati del quarto scrutinio sono: 261 schede bianche, 166 voti per Sergio Mattarella, 56 per Di Matteo, 441 astenuti, 8 per Manconi, 6 per Cartabia, 5 per Draghi, 4 per Amato.

È tornato in auge il nome di Elisabetta Belloni, direttrice del DIS, il Dipartimento delle informazioni per la sicurezza, vista come possibile candidata di compromesso fra centro-sinistra e centro-destra.


Elezioni del presidente della Repubblica: iniziata la quarta votazione- ore 11.10

A Montecitorio sono iniziate le operazioni di voto nella quarta giornata di lavori per eleggere il 13°Presidente della Repubblica.

I pronostici della giornata sembrano tutt’altro che positivi come si sperava inizialmente, dopo una lunga notte di lavoro dei vari partiti, oggi con molta probabilità si vedrà di nuovo una maggioranza di schede bianche.


Elezioni del presidente della Repubblica: oggi nuovi incontri tra i partiti prima della prossima votazione – ore 8.32

presidente della repubblica quirinale

Il centrodestra starebbe pensando all’opzione Pier Ferdinando Casini, mentre l’ipotesi Maria Elisabetta Casellati forse sarebbe già tramontata anche se Salvini assicura: “Come Fico è tra le più alte cariche istituzionali.

Quindi non fa parte di rose politiche, di proposte. Casellati è candidabile senza che Salvini la proponga“. Alla proposta di Casellati, Letta aveva replicato via Twitter: “Proporre la candidatura della seconda carica dello Stato, insieme all’opposizione, contro i propri alleati di governo sarebbe un’operazione mai vista nella storia del Quirinale. Assurda e incomprensibile. Rappresenterebbe, in sintesi, il modo più diretto per far saltare tutto“. La posizione di Letta è chiara: “Questo Parlamento non può che eleggere un presidente non di parte, autorevole e istituzionale. E questo era il nostro primo punto cardinale“, ha chiarito all’assemblea dei grandi elettori Pd. Cosa succederà oggi.


Salvini sull’elezione del presidente della Repubblica: il leader della Lega riapre i giochi – ore 00.00

matteo salvini

Dopo la terza votazione di ieri, Il leader della Lega, Matteo Salvini, ha chiarito: “Noi abbiamo fatto nomi di alto profilo, ne faremo anche altri”. L’opzione Draghi non esiste: “Continuo a ritenere che Draghi è un prezioso regista e collante della coalizione di governo, che deve ricominciare a lavorare dalla prossima settimana“. Salvini ha sottolineato più di una volta che questa non sarebbe certo stata una scelta semplice, né per forza rapida. “Le elezioni del Capo dello Stato sono un momento importante, in passato ci hanno messo anche più tempo a eleggere il presidente, restiamo calmi“, avrebbe detto ancora.

Potrebbe interessarti