Spettacolo

Deborah Compagnoni ricorda il fratello Jacopo morto travolto da una valanga: l’ex sciatrice commossa a Verissimo

Deborah Compagnoni si commuove pensando al fratello Jacopo, morto in montagna dopo essere stato travolto da una valanga. Il suo ricordo la commuove nello studio di Verissimo.
Deborah Compagnoni ricorda il fratello Jacopo morto travolto da una valanga: l'ex sciatrice commossa a Verissimo

Deborah Compagnoni è stata ospite del salotto di Verissimo. L’ex sciatrice ha parlato alla conduttrice della sua carriera nel mondo dello sport, vissuto fra le montagne innevate. Proprio la montagna però le ha sottratto uno dei suoi più grandi affetti: il fratello Jacopo. Come lei appassionato di montagna, ha perso la vita venendo travolto da una valanga in Valfurva.

Deborah Compagnoni ricorda il fratello Jacopo, morto travolto da una valanga

Lo scorso 16 dicembre è morto Jacopo Compagnoni, fratello di Deborah. Lo sciatore e guida turistica si trovava in montagna, quando è stato coinvolto dalla valanga in Valfurva.

Nonostante l’immediato intervento dei soccorsi, il fratello della campionessa è morto in ospedale. Oggi, Deborah ha parlato di lui a Silvia Toffanin, a Verissimo. “Purtroppo la montagna, che era la sua passione, l’ha portato viaha esordito. “Era la sua passione però non soltanto come passione personale, ma come mestiere, perché lui faceva la guida alpina. Aveva trasmesso anche a me tanto amore per l’alpinismo, perché la montagna offre tanto. È passato ancora troppo poco tempo che non mi sembra vero. Credo nel destino e nel fatto che ognuno di noi abbia già qualcosa di scritto” ha dichiarato la sciatrice.

“È andato via prima del tempo a soli 40 anni, aveva 11 anni in meno di me. Era il piccolo di casa e ci manca tanto, ma ora ci sono le sue due bambine Virginia e Carolina e mia cognata Francesca” ha aggiunto ricordando la sua famiglia.

La Toffanin ha mostrato alcune immagini della campionessa, intenta a sciare proprio con il fratello defunto. “È stata l’ultima discesa che abbiamo fatto insieme” ha commentato commossa. Deborah ha poi spiegato come i suoi genitori stanno affrontando la perdita di Jacopo. “Mia mamma era legatissima a lui, lei era rinata dopo una vita vissuta in un albergo, in cucina” ha spiegato.

“Negli ultimi avevano conosciuto anche lei l’alta montagna, negli ultimi anni con mio fratello è stata dappertutto. Anche lei è diventata un’alpinista appassionata. Le manca tantissimo” ha rivelato. “Mio papà si fa forza con queste due piccole che le porta a sciare, le insegna a sciare” ha aggiunto parlando delle figlie del fratello.

 “Si va avanti, bisogna farsi forza l’una con l’altro in famiglia e dobbiamo pensare che Jacopo guarda guardando ed è orgoglioso di tutti noi” ha concluso facendosi forza.

Morte Jacopo Compagnoni, drammatico lutto per la sciatrice Deborah

Jacopo Compagnoni è morto a 40 anni, mentre si trovava sul canale nord del Monte Sobretta, a quota 2850 metri.

Qui, stava percorrendo con gli sci da alpinismo la discesa insieme a un amico. Di colpo una valanga dal fronte di centinaia di metri li ha raggiunti. L’amico è rimasto illeso. Jacopo è stato invece travolto. Proprio l’amico ha chiamato i soccorsi, che sono giunti quando Jacopo era ancora in vita, ma in condizioni gravissime. Poco dopo l’arrivo all’ospedale di Sondali, in codice rosso, il fratello di Deborah ha perso la vita.

Potrebbe interessarti