Economia

Tetto massimo contanti 2022, il limite ai pagamenti torna a 2000 euro ma solo per poco: quando la nuova soglia

Nuovo tetto per i pagamenti in contanti in arrivo con il Milleproroghe. Dopo l'introduzione della nuova soglia a inizio 2022, sono in arrivo cambiamenti: ecco qual è adesso la soglia massima.
Stretta sui pagamenti in contanti, il tetto massimo cambia di nuovo: qual è la soglia adesso

Cambia ancora una volta la soglia per i pagamenti in contanti. Dal 1° gennaio 2022 era stata fissata a 1.000€, ma ora la discussione degli emendamenti al Decreto Milleproroghe ha di nuovo cambiato le carte in tavola. Qual è la normativa adesso e fino a quando resterà in vigore il nuovo tetto sui contanti.

Pagamenti in contanti, qual è il nuovo tetto massimo contenuto nel Milleproroghe

Le votazioni sono avvenute nella notte tra mercoledì 16 e giovedì 17 all’interno delle Commissioni Bilancio e Affari Costituzionali alla Camera. Il tema dei contanti è stato uno dei 4 su cui il parere del Governo è stato ribaltato: l’esecutivo avrebbe infatti mantenuto il nuovo tetto sui contanti a 1.000€, ma la modifica è stata approvata con i pareri favorevoli di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia.

In seguito all’approvazione dell’emendamento, per tutto il 2022 il tetto sui contanti sarà riportato alla cifra originaria di 2.000€. La soglia dovrebbe essere abbassata nuovamente a 1.000€ a partire dal 1° gennaio 2023. Il Governo sembra intenzionato a porre la fiducia su questo provvedimento e, dopo l’approvazione della Camera e infine del Senato, sarà convertito in legge entro il mese di marzo.

Com’è cambiata la stretta sui pagamenti in contanti negli ultimi anni

Come evidenzia il Sole24Ore, si tratta della settima modifica che viene effettuata sul tetto massimo di contanti.

La prima risale al 1991, con il Decreto Legge n.143 di quell’anno, che poneva la soglia massima a 20 milioni di lire.

La seconda è avvenuta nel 2008 con il Dl n. 112 e fissava come tetto la cifra di 12.500€. Nel 2010 il massimo è stato portato a 5.000€, poi a 1.000€ nel 2011 con il Salva Italia, finché la Legge di Stabilità del 2016 lo ha innalzato a 3.000€. Dal 1° luglio 2020, come stabilito dalla Legge di Bilancio di quell’anno, è stato modificato a 2.000€ e infine a 1.000€ dal 1° gennaio 2022.

Ora si conferma il ritorno a 2.000€ come tetto massimo per tutto il 2022. Si attende di capire se potrebbero arrivare nuovi provvedimenti per modificare ulteriormente questa soglia oppure la data che segnerà il nuovo abbassamento a 1.000€.

Potrebbe interessarti