News

Antonio Di Fazio, il predatore sessuale presto fuori dal carcere: la decisione del Gip prima del processo

L'imprenditore farmaceutico accusato di violenza sessuale, tentato omicidio e altri reati, potrebbe essere trasferito in comunità a giorni: la decisione del Gip
Antonio Di Fazio, il predatore sessuale presto fuori dal carcere: la decisione del Gip prima del processo

Antonio Di Fazio potrebbe uscire dal carcere per 8 mesi. L’imprenditore farmaceutico arrestato con l’accusa di violenza sessuale e tentato omicidio potrebbe presto varcare la soglia del carcere, ed essere sotto il controllo del braccialetto elettronico. 

Antonio Di Fazio e il trasferimento in comunità: la decisione del Gip

Al momento Antonio di Fazio si trova a San Vittore: è accusato di aver drogato con benzodiazepine 4 ragazze tra il 2009 e il 2017 e di averle poi violentate, approfittando del loro stato dopo l’assunzione della droga. È anche accusato di aver tentato di uccidere la ex moglie.

Ora però il Gip Anna Magelli ha deciso di concedere all’imprenditore la possibilità di trasferirsi nella comunità Crest allo scopo di sottoporsi a una terapia: il 23 febbraio dovrebbe arrivare il braccialetto elettronico necessario all’attuazione del provvedimento.

Riccardo Targetti, la nota del procuratore

Il procuratore facente funzione di Milano, Riccardo Targetti, ha voluto condividere una nota in cui ha chiarito che, diversamente da quanto scritto da alcuni siti, Di Fazio non sarebbe ancora uscito dal carcere: “È tuttora detenuto presso il carcere di San Vittore e continuerà ad affrontare in stato di detenzione il processo con il rito abbreviato tutt’ora in corso”.

Per quanto riguarda il provvedimento del Gip, “su istanza dei difensori e con il parere favorevole della procura, ha solo ordinato il trasferimento dell’imputato in una comunità protetta ad alta intensità di protezione, ove rimarrà in stato di detenzione con braccialetto elettronico e pertanto nella pratica impossibilità di muoversi e di comunicare con persone diverse dai difensori e dai familiari”.

Di Fazio e l’ipotesi del suicidio, lui smentisce

È in discussione anche l’ipotesi che Di Fazio abbia tentato il suicidio, evento che però l’arrestato nega, come dimostrato dalle sue parole riportate in una nota del comando di polizia, a sua volta riportata dal Corriere: “Come già riferito al comando, nego di aver posto in essere un gesto suicidario… Ho detto solo che avevo un umore deflesso che mi portava ad avere una condizione psicologica molto fragile… Probabilmente una frase da me pronunciata al medico è stata male interpretata.

 Non ho manifestato intenti suicidari”.

Antonio Di Fazio è accusato dei reati di maltrattamenti in famiglia, stalking, tentato omicidio premeditato e violenza sessuale con uso di narcotici.

Potrebbe interessarti