Cronaca Nera

Uccide la moglie a coltellate, poi si toglie la vita: i corpi scoperti dalla figlia, dramma nel Trevigiano

Femminicidio e suicidio a Treviso: un uomo avrebbe ucciso la moglie a coltellate prima di togliersi la vita nella loro casa. A scoprire i corpi sarebbe stata la figlia della coppia.
Uccide la moglie a coltellate, poi si toglie la vita: i corpi scoperti dalla figlia, dramma a Treviso

Femminicidio e suicidio in provincia di Treviso: una donna sarebbe stata uccisa a coltellate dal marito che poi si sarebbe tolto la vita, i corpi scoperti dalla figlia 35enne della coppia. Il dramma si sarebbe consumato all’interno dell’abitazione della famiglia a Casale sul Sile.

Uccide la moglie a coltellate e si toglie la vita in provincia di Treviso

Secondo quanto riportato da Adnkronos, la tragedia di Casale sul Sile, nel Trevigiano, si sarebbe consumata poche ore fa e sul caso sono in corso indagini dei Carabinieri. Stando a una prima ricostruzione emersa dopo i fatti, l’uomo avrebbe ucciso la moglie a coltellate prima di suicidarsi in un’altra ala dell’abitazione di famiglia.

A lanciare l’allarme sarebbe stata la figlia della coppia, 35 anni, che non riuscendo a stabilire un contatto con i genitori da giorni avrebbe deciso di andare a verificare. Una volta a casa, avrebbe fatto la macabra scoperta. Il cadavere della donna, 72 anni, sarebbe stato trovato dai militari sul letto, quello dell’uomo, 73enne, in garage.

Femminicidio-suicidio a Casale sul Sile, Treviso: i primi elementi dalle indagini

I coniugi trovati senza vita in casa nel Trevigiano, riferisce Tgr Veneto, sono Flora Mattucci e Franco Gellussich.

Quest’ultimo si sarebbe suicidato poco dopo aver ucciso la moglie a coltellate. Dalle prime battute d’indagine sono filtrati alcuni elementi che inquadrerebbero una possibile dinamica dei fatti: sul corpo della donna, a carico dell’addome, sarebbe stata rilevata una profonda ferita da arma da taglio.

Il marito si sarebbe tolto la vita impiccandosi in garage. Al momento non sarebbero emerse ulteriori informazioni e l’attività investigativa prosegue nel massimo riserbo.

Poche ore prima, un altro femminicidio ha sconvolto le cronache nazionali: Anna Borsa, 30 anni, è stata uccisa mentre si trovava sul posto di lavoro – un salone di parrucchieri – a Pontecagnano Faiano (Salerno).

A compiere il delitto sarebbe stato l’ex compagno, il 40enne Alfredo Erra, fermato a seguito di una serrata caccia all’uomo.

Potrebbe interessarti