Politica

Salvini in viaggio verso Polonia e confine ucraino. La missione di pace del leader della Lega

Matteo Salvini avrebbe scelto di partire in silenzio dopo le polemiche dei giorni scorsi che l'hanno visto protagonista. Si tratterebbe di una missione di pace e di sostegno alle vittime di guerra.
Salvini in viaggio verso Polonia e confine ucraino. La missione di pace del leader della Lega

Sembra che Matteo Salvini sia in viaggio verso la Polonia per una missione di pace. Sempre in queste ore è in corso una missione parlamentare italiana a Varsavia che vede coinvolti diversi deputati di centro-destra e del MoVimento 5 Stelle.

Fin dallo scoppio del conflitto in Ucraina Salvini si è espresso contro la guerra e per la pace, non nascondendo l’interesse tanto per i rifugiati quanto per i cittadini ucraini ancora intrappolati in territorio di guerra.

Matteo Salvini in viaggio per la Polonia

A rilanciare la notizia della partenza di Matteo Salvini per la Polonia, intorno alle 10, è l’Ansa.

Il leader della Lega arriverà a Varsavia in mattinata mentre per la giornata di domani sembra si recherà al confine con l’Ucraina e, non è escluso, che si recherà anche a Leopoli. Una missione di pace svolta senza troppo clamore dopo le polemiche dei giorni scorsi dopo il primo annuncio; come dichiarato dallo stesso a Palermo, l’obiettivo del suo viaggio è quello di mostrare solidarietà alle popolazioni colpite dal conflitto e aiutare i rifugiati.

Sempre qualche giorno fa, Salvini aveva dichiarato: “Non mi interessa fare passeggiate”, e ancora “Sono in contatto con diverse realtà per portare in Italia decide di bambini, vedove, orfani”.

La missione di alcuni parlamentari italiani

Come riferisce AdnKronos, oltre alla partenza di Salvini c’è stata anche quella di un gruppo di parlamentari per una missione a Varsavia; il gruppo è composto dal deputato della Lega Paolo Grimoldi, il senatore Massimo Mallegni di Forza Italia e il deputato M5S Niccolò Invidia.

Sono previsti incontro tra Grimoldi- presidente della delegazione italiana dell’Osce e la presidente della delegazione ucraina  Mykyta Poturayev.

Anche Grimoldi domani sarà al confine con l’Ucraina per “Ringraziare  i polacchi per quanto stanno facendo, hanno già accolto quasi un milione di profughi dall’Ucraina” ha detto all‘Adn ribadendo come il Paese, che nei mesi scorsi è stato protagonista di un brutale respingimento di migranti provenienti dalla rotta balcanica al confine, ora sia in prima linea per l’accoglienza.

Potrebbe interessarti