Cronaca Nera

Giornata internazionale della donna, due uomini accoltellano le partner e poi si uccidono nel giro di poche ore

Due donne sono state ferite dai rispettivi partner, che poi hanno deciso di togliersi la vita: i drammatici casi di Cuneo e Brindisi nella giornata internazionale della donna.
Giornata internazionale della donna, due uomini accoltellano le partner e poi si uccidono nel giro di poche ore

È drammatico il bilancio delle prime 12 ore, in Italia, della giornata internazionale della donna. Sono ben due i casi di violenza sulle donne seguita da suicidio del partner, che dopo essere stato violento e aggressivo, decide di togliersi la vita. Il primo caso è avvenuto in provincia di Cuneo, mentre il secondo è accaduto a Brindisi.

Brindisi, accoltella la moglie e si uccide: donna in gravi condizioni

Stamattina, verso le 5.45, un uomo di 72 anni residente a Brindisi in Rione La Rosa -un ex consigliere comunale- ha colpito la moglie con un coltello mentre la donna dormiva: l’ha ferita gravemente e poi ha rivolto l’arma verso di sé, uccidendosi.

La donna è stata fortunatamente soccorsa ed ora è all’ospedale Antonio Perrino di Brindisi, dove è in gravi condizioni ed è stata sottoposta ad un intervento chirurgico.

Cuneo, ferisce la partner e si getta sotto il treno

A Cuneo, un uomo le cui generalità non sono state ancora comunicate ha cercato di uccidere la compagna a coltellate, ferendola però in maniera non letale: dopo gli atti di feroce violenza nei confronti della donna l’uomo ha deciso di uccidersi e si è recato in Strada Falchetto, nei pressi di Bra, dove si è gettato sotto il treno che stava percorrendo il tragitto tra Alba e Torino Stura.

Reati spia: cosa spesso accade prima di arrivare al femminicidio

In una giornata di sangue occorre ricordare come i reati violenti contro le donne siano una piaga che siamo ancora lontani dal contenere in Italia come nel mondo.

Il servizio analisi criminale della Direzione centrale della polizia criminale ha rilasciato un report riguardante i reati contro le donne nel 2021, che mostra come ad aumentare siano stati i cosiddetti “reati spia”, ovvero quelli che potremmo definire anticipatori del femminicidio in sé. Tra questi si contano stalking, violenze sessuali e maltrattamenti.

Sarebbero infatti aumentati del 18% i reati di stalking, del 2% le violenze sessuali e del 30% i maltrattamenti nei confronti di familiari e conviventi.

Potrebbe interessarti