TV e Spettacolo

Rita Levi-Montalcini: su Rai1 va in onda il film evento per celebrare il premio Nobel

Rita Levi-Montalcini torna in onda su Rai1 nella prima serata di domenica 24 aprile 2022. Scopri la trama, il cast e le curiosità del film con Elena Sofia Ricci.
Rita Levi-Montalcini, per cosa ha vinto il Premio Nobel nel 1986: la straordinaria scoperta della neurologa

Domenica 24 aprile 2022 su Rai1 va in scena una prima serata evento per ricordare il Premio Nobel per la medicina con la proposta in replica del film che ne racconta la straordinaria vita. A 113 anni dalla nascita della scienziata torna in onda alle ore 21:30 circa il film Rita Levi-Montalcini con la grande interpretazione di Elena Sofia Ricci nei panni della protagonista ad interpretare una donna che ha dedicato tutta se stessa alla scienza ed al progresso lottando per l’emancipazione delle donne. La pellicola fa partire il racconto dalla storia di una piccola violinista di soli 12 anni che rischiando di perdere la vista accende nella scienziata ormai alla fine della sua carriera, la voglia di tornare a battersi per la ricerca.

Rita Levi-Montalcini: le curiosità ed il cast del film

Rita Levi-Montalcini è un film biografico del 2020 che vanta una coproduzione Rai Fiction-Cosmo Productions EU, per il soggetto di Roberto Jannone e Francesco Massaro e la regia di Alberto Negrin.

Andato in onda su Rai1 per la prima volta nel novembre dello stesso anno riporta davanti agli spettatori le interpretazioni di Elena Sofia Ricci nei panni della protagonista, Luca Angeletti, nel ruolo di Franco ovvero il collaboratore storico della Levi-Montalcini, Ernesto d’Argenio a dare il volto a Lamberti, Franco Castellano nei panni del Professor Levi mentre Maurizio Donadoni interpreta il Professor Poli-Richeter.

Rita Levi-Montalcini: la trama

La pellicola racconta un personaggio unico, una donna coraggiosa che è stata la prima italiana ad ottenere il riconoscimento del Premio Nobel per la Medicina, determinata e divenuta un simbolo di emancipazione, eleganza e senza dubbio intelligenza.

La narrazione parte proprio dal momento della sua premiazione quando nonostante il riconoscimento non riesce ad essere soddisfatta a piena visto che ancora non vi era un applicazione clinica a quanto da lei scoperto.

Così la storia di una giovane violinista riaccende in lei la miccia del suo lavoro, ripercorrendo le tappe più importanti della sua vita e della sua straordinaria carriera.

Potrebbe interessarti