TV e Spettacolo

Eurovision omaggia Raffaella Carrà. Oggi la prima semifinale con Laura Pausini, Mika e Cattelan a Torino

Durante la conferenza stampa che ha anticipato l'inizio dell'Eurovision Song Contest Laura Pausini ha risposto ad alcune domande e ha parlato dell'omaggio a Raffaella Carrà.
Eurovision omaggia Raffaella Carrà. Oggi la prima semifinale con Laura Pausini, Mika e Cattelan a Torino

Durante la conferenza stampa che si è tenuta prima dell’avvio dell’Eurovision Song Contest, sono intervenuti i tre conduttori dell’evento – Alessandro Cattelan, Mika e Laura Pausini. Proprio quest’ultima ha risposto ad una domanda sul rumor che circola in questi giorni per cui sarebbe stato organizzato un omaggio all’iconica Raffaella Carrà. Le parole dell’artista sull’organizzazione dell’evento.

Laura Pausini conferma l’omaggio a Raffaella Carrà all’Eurovision: le sue parole

Proprio ieri si è tenuta la conferenza stampa per l’Eurovision Song Contest (che inizierà proprio oggi 10 maggio) alla presenza dei tre conduttori dell’evento – Alessandro Cattelan, Mika e Laura Pausini.

Tra i tanti temi toccati durante il loro intervento, un giornalista ha chiesto conferma del rumor per cui si sarebbe organizzato un omaggio a Raffaella Carrà.

A rispondere alla domanda è stata la cantante di Faenza, che ha prima imitato la Raffa e il suo classico gesto dei capelli e poi ha risposto: “Sono stata io a proporre un tributo all’unica e sola, la più grande. Abbiamo una serie di impegni schedulati. Io ho scoperto ora che l’Eurovision non è Sanremo e che qui hai dei ruoli, sempre uguali di anno in anno.

Quindi non hai molto tempo per dedicarti alle idee che hai in testa – ha anticipato la Pausini – Ma ovviamente non è possibile non menzionarla. Per me, per l’Italia, la Spagna e molti paesi in Europa lei è stata un’icona, quindi sarà con noi“.

Confermato dunque il rumor che è circolato in questi giorni, anche se sembra chiaro dalle parole della conduttrice che è stato arduo riuscire ad incastrare tutte le proposte che avevano in mente. D’altra parte, come ha sottolineato anche la cantante, Raffaella Carrà è stata un’icona non solo per gli italiani ma anche per molti altri paesi ed è probabilmente per questo che si sono tentate tutte le strade per riuscire ad inserire anche questo momento durante l’evento.

Eurovision Song Contest: la conferenza stampa con i tre conduttori

Sono stati molti altri, ovviamente, i temi toccati durante la conferenza stampa per l’Eurovision con i tre conduttori dell’evento. Sono seguite infatti moltissime domande, tra cui un piccolo commento su come si è rivelato questo “viaggio” per Alessandro Cattelan, Mika e Laura Pausini.

La prima a rispondere è stata nuovamente Laura Pausini, che ha parlato di un’esperienza intensa ma in cui voleva assolutamente tuffarsi – soprattutto perché le ha dato l’opportunità di mettersi in contatto con gli artisti e la musica europea e lanciare un messaggio di unità – che per l’artista al momento è l’aspetto più importante.

Il riferimento ovviamente ha permesso ai tre di riagganciarsi anche all’attuale situazione in Ucraina e soprattutto al messaggio che questa kermesse vuole lanciare. “La musica è pace, è un messaggio di unità, e siamo qui per lasciare che la musica continui il suo viaggio e che la paura non la fermi” ha sottolineato Laura Pausini.

La musica è uno ‘strumento’ – ha continuato Mika – qualcosa che ci unisce anche persone tra loro diverse.

È bellissimo vedere tutte queste culture e questi sound differenti unirsi sullo stesso palco“. In ultima battuta è intervenuto Cattelan, che ha ribadito nuovamente che l’Eurovision è qualcosa che ha sempre mandato un forte messaggio di unità e soprattutto “di rispetto per la diversità”.

Vi proponiamo infine il regolamento della kermesse musicale e la lista dei paesi che da oggi saliranno sul palco allestito al PalaOlimpico di Torino, che potete trovare QUI.

Potrebbe interessarti