Vai al contenuto

Lutto nel mondo della musica: Lele muore a 59 anni

Pubblicato: 12/12/2023 18:37

Lutto nel mondo della musica per la morte di Lele Panigada. Educatore professionale, musicista, è scomparso all’età di59 anni a causa di una malattia incurabile. Lavorava nell’ambito della salute mentale ed era molto impegnato nelle iniziative sociali durante le quali spesso partecipava traducendo in musica le emozioni con voce e chitarra.

E’ stato insegnante alla Scuola musicale di Capannori ed ha lavorato con il dottor Enrico Marchi nell’innovativo campo della musicoterapia. In tantissimi hanno voluto esprimere un messaggio di cordoglio alla famiglia. 
Leggi anche: Morta Anna Cardwell: la star americana aveva 29 anni

“Grande artista e grande persona”

Tantissimi i messaggi in ricordo di Lele sui social: “Mi porterò dietro il suo sguardo limpido e il suo sorriso. È stato un uomo che si è speso molto per i più deboli e i più fragili, una persona come si deve. Non cosa da poco”, si legge tra i commenti.

“lo ricordiamo per le migliaia di cose buone che ha fatto per tutti quelli che ha incontrato, per la sua musica e per la sua dedizione alla fragilità degli altri”, si legge nel post dell’associazione Lucchese Arte e Psicologia. E ancora: “Grande artista e grande persona”.
Leggi anche: Cinema mondiale in lutto: morto l’attore Ryan O’Neal, star di “Love Story”

Il ricordo di chi l’ha conosciuto

“La Società popolare di Mutuo Soccorso Giuseppe Garibaldi partecipa al dolore della famiglia Panigada per la prematura scomparsa di Lele. Di Lele vogliamo ricordare la sua bravura di musicista, ma anche la sua disponibilità a sostenere iniziative pubbliche e politiche dove con la sua calda voce e la sua chitarra sapeva creare atmosfere coinvolgenti. In particolare ricordiamo, tra le altre l’iniziativa su Fabrizio de Andrè alla Casa del Popolo di Verciano e la catena musicale nel 2019 in occasione del cinquantesimo anniversario della Strage di Stato e della morte di Giuseppe Pinelli dove Lele con la sua chitarra fu uno dei protagonisti musicali”.

Giovedì l’ultimo saluto nella nuova sala del commiato della Croce Verde di Lucca sulla via Romana.
Leggi anche: Platinette e l’ictus: “Un’altra operazione”. Come sta Mauro Coruzzi