Vai al contenuto

Oroscopo, un anno da incubo per tre segni zodiacali: cosa dicono le stelle

Pubblicato: 02/01/2024 16:38

Amore, amicizia e prosperità sono le tre chimere inseguite da tutti i segni zodiacali ogni anno, e il 2024 non fa eccezione. Ma non tutti i segni quest’anno godono di un oroscopo fortunato. L’altra faccia degli oroscopi dei più noti astrologi consultati per l’anno appena cominciato, infatti, è quello della sfortuna. Quali sono i segni meno fortunati del 2024? Vediamo in questa guida alla lettura delle stelle…al contrario!
Leggi anche: L’oroscopo di Simon and the stars, a ogni segno il suo film!

L’oroscopo della sfiga, i cinque segni meno fortunati del 2024

Cominciamo questa classifica dal più fortunato tra i segni meno favoriti dalle stelle per il 2024. Il sesto posto spetta di diritto all’Ariete. Che godrà dunque di un anno così e così, ma tutto sommato rilassante.

Quinto posto per i Gemelli, che vivranno situazioni non facili e saranno chiamati a fare scelte che si riveleranno importanti. Al quarto posto il Toro, che fino a maggio 2024 potrà godere di mesi davvero sereni, senza grossi problemi. Da giugno in poi si ballerà. Situazione ribaltata, invece, per l’Acquario, che dovrà fare molta attenzione per i primi cinque mesi dell’anno, per poi andare in scioltezza nei mesi restanti.

Mesi difficilissimi per i Pesci, che entrano sul podio dei segni meno fortunati nel 2024. Il principale oppositore dei tre segni meno fortunati è Saturno, che scombinerà un po’ i piani di tutti. La differenza la fanno i mesi in cui questo pianeta sarà in opposizione agli astri. Scorpione e Vergine si giocano la seconda posizione, con otto mesi a testa in opposizione a Saturno.

Ma il vero vincitore di questa classifica al contrario è (rullo di tamburi) il Sagittario. Che godrà della compagnia di Saturno per tutto l’anno e in particolare per il mese della sua influenza. Dal 22 novembre al 21 dicembre, cioè la ciliegina sulla torta al culmine di un anno non proprio da incorniciare. Questo, almeno, dicono le stelle.