Vai al contenuto

Imbrattato il muro del cimitero con scritte no vax: “Bimbo vaxato, o morto o sempre malato”

Pubblicato: 30/01/2024 17:39

Vaccini infarti nei bambini” o “Bimbo vaxato, o morto o sempre malato”. Sono alcune delle frasi comparse questa mattina sul muro di cinta del cimitero di Arconate (Milano). La firma è del presunto gruppo No Vax “V.V.”. La denuncia arriva dal sindaco Sergio Calloni, che ha pubblicato le immagini delle scritte sul suo profilo Facebook.
Leggi anche: No vax rifiutano sangue dei vaccinati per le trasfusioni: scoppia il caos negli ospedali

La denuncia del sindaco

La durissima denuncia del primo cittadino di Arconate sui social: “Questa mattina ci siamo svegliati così ad Arconate! Il nostro cimitero imbrattato e violato da scritte – scrive il primo cittadino -. Ci hanno rotto panchine nei parchi, giochi, lampioni, cestini dell’immondizia, recinzioni, paletti dissuasori. Non ho mai fatto proclami e non voglio farlo oggi perché incentiverei questa voglia di danneggiare la cosa pubblica a quei pochi senza cervello che, per colpa loro, impediscono a tutti di usufruire di servizi pagati da tutta la comunità. Il fatto che non abbia mai scritto nulla non significa che sia insensibile a tali atti – prosegue – . Tanti responsabili di gesti del genere sono stati individuati e multati. Altri sono attenzionati dalle forze dell’ordine. ‘Chi non denuncia si rende complice‘ questo è quello che dico sempre ai ragazzi nelle compagnie che sappiamo critiche. Ma attenzione a giudicare perché non sempre sono ragazzi a essere responsabili di tali atti, a volte, anzi spesso, sono persone insospettabili”. 

Il sindaco infine si rivolge poi ai cittadini “che hanno visto o possono sapere chi è stato a fare una cosa del genere”. “Voglio fare un appello a chi possiede una sola videocamera orientata verso il cimitero – spiega -. Scrivetemi in privato e passerò le informazioni a chi farà le indagini per individuare i responsabili di questo gesto deprecabile. Oggi sporgerò denuncia (per ora) a ignoti”.
Leggi anche: Matteo Bassetti infuriato con i no vax: “Boom di polmoniti è colpa loro”