Vai al contenuto

Trovato morto in casa l’ex fotografo Rodolfo Ignazi: era in un lago di sangue, la scoperta della sorella

Pubblicato: 02/02/2024 17:05

Un drammatica scoperta nel centro di Monte San Giusto, in provincia di Macerata. Rodolfo Ignazi, ex fotografo di 78 anni, è stato trovato senza vita, riverso in un lago di sangue, nella propria abitazione dove viveva da solo, in via Vittorio Emanuele. L’allarme è stato dato dalla sorella dell’uomo, che dopo aver provato più volte a contattarlo telefonicamente senza mai ricevere risposta, ha deciso di recarsi nella sua abitazione per controllare.

Secondo quanto emerso in queste prime ore, l’uomo sarebbe stato trovato senza vita nella sua camera da letto, con una ferita evidente alla testa. Oltre che nelle stanza, altre tracce di sangue sarebbero state trovate anche nelle scale di casa.

Leggi anche: “Non siamo tranquilli”. Le condizioni di Re Carlo preoccupano i medici: “Troppi sforzi dopo l’intervento”

Al momento, l’ipotesi più probabile è che si sia trattato di un incidente domestico, anche se non è esclusa la possibilità che possa essere caduto e abbia battuto la testa a seguito di un malore. Non ci sarebbero, infatti, segni di scasso o oggetti che possano far pensare a una morte violenta. Per capire davvero cosa sia successo, in ogni caso, sarà necessario attendere l’autopsia già in programma per le prossime ore. Sul posto sono giunti anche i Ris, il medico legale Antonio Tombolini e il magistrato di turno Francesco Carusi. La salma è stata portata all’obitorio dell’ospedale di Macerata.

Leggi anche: Matteo muore a 28 anni e lascia il suo sperma in eredità. La mamma: “La Asl non ce li restituisce, ho solo quello di mio figlio”

Ultimo Aggiornamento: 02/02/2024 18:03