Vai al contenuto

Baby gang pesta due disabili e filma tutto: incastrata dai social

Pubblicato: 13/03/2024 12:17
baby gang pestaggio sordi

Il pestaggio è avvenuto a Roma il 5 marzo del 2022. Ma soltanto adesso il tribunale capitolino ha preso le prime decisioni. A finire nei guai sono sette membri di una baby gang che hanno avuto la ‘bella’ idea di picchiare due minorenni sordi per poi pubblicare sui social network i video delle violenze. Filmati che ovviamente sono stati decisivi per scoprire le loro identità. Tre ragazzi maggiorenni dovranno affrontare molto probabilmente un processo. Mentre gli altri quattro sono indagati dalla procura dei minori.
Leggi anche: San Felice Circeo, baby gang spara sulla folla

Le indagini che hanno portato all’arresto della baby gang

Quel 5 marzo di due anni fa i due ragazzi disabili, allora 17enni, si trovavano in zona Vaticano quando hanno incrociato il gruppo di bulli provenienti dal loro stesso quartiere: l’Aurelio. I sette membri della baby gang, visibilmente ubriachi secondo il loro racconto, hanno preteso dei soldi mentre continuavano ad insultarli. Ma i due giovani avevano con loro soltanto 5 euro. E così i loro aggressori volevano anche le loro giacche e cellulari.

I due ragazzi sordi sono poi finiti all’ospedale a causa delle conseguenze del pestaggio subito: il referto parla di trauma cranico. Peccato però che qualcuno dei bulli abbia iniziato a filmare la scena col suo cellulare. Nelle immagini si vedono calci, pugni, schiaffi e ginocchiate. E si sentono i bulli ridere mentre le loro due vittime cadono a terra. Il video è stato poi condiviso su Telegram e Whatsapp.

Ma la voglia di vantarsi pubblicamente del gesto criminale che stavano compiendo ha finito per incastrare i membri della baby gang che sono stati riconosciuti dagli inquirenti dopo accurate indagini durate quattro mesi. Al termine delle quali gli agenti di polizia si sono presentati nelle abitazioni dei sospettati, sequestrando tablet, pc e cellulari.
Leggi anche: Evade dai domiciliari e spara a un amico: il trapper Baby Gang di nuovo arrestato