Vai al contenuto

Barcellona: uccide la moglie e i due figli gemelli di 8 anni, poi si butta sotto un treno e muore

Pubblicato: 10/04/2024 16:04

Barcellona sotto shock per l’omicidio di una madre e dei suoi due figli gemelli di 8 anni avvenuto nel vicino comune di El Prat del Llobregat. L’autore sarebbe il padre dei piccoli e marito della donna che, in seguito, si ucciso gettandosi sono un treno nella stazione ferroviaria di El Prat.

Secondo le ricostruzioni dei Mossos d’Esquadra, intorno alle 16 di martedì 9 aprile i servizi di emergenza sono stati allertati in merito al suicidio di un uomo saltato sui binari della stazione comunale di Prat de Llobregat poco prima che transitasse un treno. L’impatto è stato devastante e non è stato possibile far nulla per salvare la vita del 43enne.
Leggi anche: Notte criminale per un 17enne: violenta una 15enne minacciandola con un coltello, poi fa una rapina. “Quando bevo non mi controllo”

La dinamica del triplice omicidio e del suicidio

Da una prima ricostruzione, il 43enne, dopo aver ucciso la moglie e i bambini è salito sulla sua auto, dove avrebbe lasciato un biglietto chiedendo “perdono” per poi raggiungere la stazione. Ha atteso l’arrivo di un treno e poi si è piazzato sui binari. Il macchinista non è riuscito a fermare in tempo il convoglio.

Dopo questo incidente, la polizia ha trovato nell’auto del suicida una lettera in cui chiedeva perdono, secondo i media catalani, e si sono recati a casa della famiglia, dove hanno trovato i corpi senza vita della donna e dei due figli piccoli, due gemellini di 8 anni. La Corte Superiore di Giustizia della Catalogna (TSJC) ha riferito che non esiste alcuna denuncia a carico del 43enne, né tantomeno sarebbe in corso alcuna causa di separazione tra l’uomo e la donna.

Il governo spagnolo ha condannato il triplice crimine. “Il machismo costa vite umane e la negazione della violenza di genere non fa altro che aggravare il problema. Dobbiamo mettere tutti i mezzi e tutte le energie a nostra disposizione per fermarle” ha dichiarato Yolanda Díaz seconda vicepresidente del Governo e ministro del Lavoro.

Nel 2023 le donne vittime di femminicidio in Spagna sono state più di 50, come riporta Il Manifesto. Secondo dati Eurostat in Spagna sarebbero oltre 4.800.000 le vittime di violenza psicologica, fisica o sessuale da parte del loro compagno. Se si considerano invece tutte le donne uccise dagli uomini (figli, familiari, sconosciuti), i femminicidi ascendono alla cifra di 90.
Leggi anche: Dayana è stata ritrovata, la 12enne era scomparsa lunedì da Busto Arsizio

Continua a leggere su TheSocialPost.it