Vai al contenuto

Guasto alla lavatrice, bimbo di 6 anni muore folgorato insieme alla mamma che ha tentato di salvarlo

Pubblicato: 29/04/2024 17:33

Prova a salvare il figlio folgorato da scarica elettrica: morti mamma e bimbo di 6 anni. La mamma, un’insegnante di 30 anni, è morta dopo aver tentato di salvare il figlio di 6 che era rimasto folgorato da una scarica elettrica nella loro casa di Timon, nello stato di Maranhao, in Brasile. Addio a Diana Michelle Machado Santos da Silva e il figlio, Pietro Vinicius Santos de Oliveira.
Leggi anche: Detersivo per lavastoviglie al posto del vino in un ristorante di Milano: 51enne in gravissime condizioni

Il terribile incidente domestico

Secondo quanto riferito dalla stampa locale, Diana Michelle Machado Santos da Silva, 30 anni, ha provato a salvare il figlio, Pietro Vinicius Santos de Oliveira, 6 anni, quando si è resa conto che era stato colpito da una scossa elettrica. Ma è rimasta folgorata anche lei. Per loro non c’è stato nulla da fare. Quando i soccorsi sono giunti sul posto per loro non c’è stato nulla da fare. I fatti sono avvenuti lo scorso 20 aprile a Timon, una città dello stato brasiliano di Maranhao.
Leggi anche: Calciatore 23enne muore in campo: un incidente assurdo, famiglia sotto shock (VIDEO)

I corpi di mamma e figlio sono sotto autopsia, mentre è stata aperta un’indagine per stabilire le cause esatte e le circostanze della loro morte. Secondo gli inquirenti, il bambino è rimasto fulminato dopo aver toccato una ringhiera di ferro che era in contatto con una prolunga difettosa della lavatrice. La donna non si era accorta che il cavo era usurato. Questo lasciava scoperto, fuori dalla protezione dell’isolamento in gomma, un pezzo di filo elettrico. Un portavoce della polizia ha detto: “La prolunga è entrata in contatto con una ringhiera di ferro della casa, che era elettrificata da un filo scoperto. Il bambino ha toccato la ringhiera ed ha subito una scossa elettrica”.

Come agire in queste situazioni

Dopo la tragedia, il tenente Raphaello Carvalho, dei vigili del fuoco di Timon, ha dato consigli su cosa fare in casi come questo: “Il primo passo è identificare cosa sta succedendo e come sta succedendo. L’obiettivo è cercare di aiutare e non diventare allo stesso tempo una vittima”, ha detto ai media locali, aggiungendo: “È importante mantenere la calma e cercare di identificare da dove la persona riceve la corrente: se sono le mani, i piedi… e se è caduto un cavo elettrico, se contribuisce anche una pozza d’acqua, e solo dopo aver individuato tutto questo bisogna agire”.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 29/04/2024 18:05