Vai al contenuto

Professore violenta ripetutamente 13enne a scuola: la scoperta shock del padre

Pubblicato: 15/05/2024 10:39

Violenza sessuale pluriaggravata: è questa la denuncia scattata nei confronti di un professore di una scuola media in provincia di Torino, dopo la segnalazione dei genitori di una tredicenne. Secondo le accuse, come riportato dal quotidiano La Stampa, l’uomo avrebbe circuito la giovane studentessa abusando di lei nei bagni e nelle classi dell’istituto. Ci sarebbero stati anche dei messaggi WhatsApp inviati alla tredicenne.
Leggi anche: 13enne violentata durante una gita, indagati 3 compagni. A rischio anche i docenti “omessa vigilanza”

La ragazzina non voleva più andare a scuola

Stando a quanto si apprende, la ragazzina aveva iniziato a manifestare disagi: non voleva più andare a scuola, non riusciva a dormire né a studiare, nonostante avesse sempre avuto ottimi voti. Quindi il padre, preoccupato dello stato di ansia in cui viveva la figlia, aveva deciso di controllare lo smartphone e scoprendo così le chat del docente. Secondo le testimonianze raccolte dal pubblico ministero Lisa Bergamasco, il professore bussava alla porta della classe della ragazzina, anche durante le lezioni degli altri insegnanti, per farla uscire con una scusa e poi trascinarla nelle classi vuote disponibili o in bagno.

Il padre lo scorso febbraio era andato con gli screenshot dalla preside per riferire quanto stesse accadendo. Il professore è stato così convocato ed è stata avviata la procedura di sospensione. Dopo la querela per violenza sessuale, presentato dall’avvocato della famiglia della studentessa, Carmelo Scialò, il professore si è autodenunciato ed è stato sospeso sine die dalla direzione scolastica. E, adesso, si spera che anche dal punto di vista giudiziario, il docente paghi per quello che ha fatto.
Leggi anche: Ragazzina di 15 anni violentata in albergo durante gita scolastica a Firenze: denunciato uno studente