Vai al contenuto

Morto per un attacco d’asma lo chef Remo Girotta, aveva 33 anni

Pubblicato: 11/07/2024 12:30

Immenso cordoglio per la perdita prematura di Marco Girotto, il giovane chef di soli 33 anni, scomparso a causa di un tragico attacco d’asma sopraggiunto mentre si trovava al lavoro il 29 giugno scorso. Dopo dieci giorni di coraggiosa lotta nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Padova, Marco ha purtroppo perso la sua battaglia martedì 9 luglio. Nato e cresciuto proprio in questa cittadina, Marco ha frequentato l’istituto alberghiero “Pietro D’Abano”, coltivando fin da giovane il sogno di lasciare il segno nel mondo della ristorazione. Il suo percorso lo ha portato all’estero, in un rinomato locale londinese, prima di tornare nel cuore del Veneto, al ristorante “Dal Bruto Ruggero”.
Leggi anche: Morto a 46 anni Benji Gregory, l’attore della serie televisiva “Alf”
Leggi anche: Paolo Bellamio, chef italiano di 41 anni trovato morto nella cabina dello yacht

Chi era Marco Girotto

Ma non è solo per le sue doti culinarie che Marco sarà ricordato. La sua vita si è intrecciata con quella di Carolina Blanco, conosciuta come Carolì, una talentuosa street artist argentina che ha fatto di Albignasego la sua casa. Da questa unione è nata Sole, una bimba di otto mesi che Marco amava profondamente e a cui aveva dato un nome con significato, come ricorda commossa la compagna: “Amava la sua famiglia e viveva per la sua bambina”.
Leggi anche: Giuseppe, scomparso a 17 anni nel torrente: la notizia appena arrivata

L’asma, una malattia che lo aveva colpito già in giovane età, ha segnato il destino di Marco. Il suo fratello Simone racconta con dolore: “L’attacco è arrivato improvviso mentre lavorava, e nonostante l’intervento tempestivo dei colleghi e dei medici, il suo stato si è aggravato irreversibilmente”. La famiglia ha dovuto prendere la dolorosa decisione di staccare le macchine che lo mantenevano in vita, quando è stato chiaro che nulla poteva più essere fatto.

Oltre alla compagna Carolì e alla piccola Sole, Marco lascia un vuoto incolmabile nella sua famiglia, composta dai genitori Gabriella e Stefano, e dal fratello minore Simone. “Marco mi ha sempre difeso e mi ha voluto tanto bene”, ricorda commosso Simone. “Ora spetta anche a me mantenere la promessa fatta: occuparmi della mia nipotina, così come lui avrebbe voluto”.

I funerali di Marco Girotto si terranno venerdì 12 luglio, nella chiesa di San Tommaso ad Albignasego, dove amici, parenti e colleghi potranno dargli l’ultimo saluto, ricordando non solo il cuoco appassionato e talentuoso, ma anche l’uomo generoso e premuroso che ha lasciato un segno indelebile nei cuori di chiunque abbia avuto la fortuna di conoscerlo.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 18/07/2024 08:11