Achille Lauro, in gara al Festival di Sanremo, è ancora una volta al centro di una polemica. Sono passate solo poche ore da quando Striscia la Notizia gli ha rivolto l' accusa  di inneggiare alla droga sintetica nel testo della sua canzone in gara. Ora è di nuovo sotto inchiesta. A puntare il dito, questa volta, la band Enter, accompagnata dal legale Biagio Narciso, che accusa Lauro di plagio. Oggi è stata depositato in tribunale a Imperia il ricorso per chiedere l’esclusione di Achille Lauro e addirittura la sospensione del Festival di Sanremo, giunto alla finale della su 69esima edizione.

Accusa di Plagio per Achille Lauro

Come spiegato dal legale della band a ImperiaPost, è stata notata una presunta somiglianza nel brano Rolls Royce di Achille Lauro, in gara in questa edizione del Festival di Sanremo, con il proprio brano Delicatamente. “Nel mirino c’è la traccia di fondo realizzata con la chitarra elettrica al minuto 1 della canzone di Lauro, Rolls Royce, con cui il cantante partecipa a Sanremo quest’anno, che sarebbe perfettamente sovrapponibile a quella del brano Delicatamente della band Enter, registrato alla SIAE". Questo è quanto sostenuto dall’avvocato, che ha aggiunto che ci sarebbero ben altri punti somiglianti.

[caption id="attachment_335101" align="alignnone" width="854"]L'esibizione di Achille Lauro con Morgan L'esibizione di Achille Lauro con Morgan[/caption]

L'avvocato della band ha annunciato che il ricorso è stato depositato presso il tribunale di Imperia, secondo quanto previsto dal procedimento speciale sui diritti d'autore. L'avvocato ha precisato che le richieste sono chiare, la sospensione dell'artista o addiruttura la sospensione del Festival stesso. "Al momento il Giudice, con ogni probabilità , sta già esaminando i documenti per valutare se ci sono gli estremi per procedere. Ora si ragiona sulla verosimiglianza, preannunciato una causa nel merito per un risarcimento”.

Richiesto un confronto

La band Enter avrebbe notato la somiglianza dei brani durante la prima esibizione di Lauro, lo scorso 5 febbraio. "Ce ne siamo accorti durante la prima esibizione del 5 febbraio di Achille Lauro.Abbiamo lasciato decantare un attimo, perché magari a primo impatto poteva sembrare qualcosa di differente e poi la seconda sera ci siamo riuniti di nuovo, durante l’esibizione di Achille Lauro, e abbiamo notato delle fortissime somiglianze che chiediamo di verificare attraverso questo confronto, niente di più".  L’avvocato Biagio Narciso, partito da Caserta ieri sera per raggiungere Sanremo.

[caption id="attachment_335104" align="alignnone" width="854"]Achille Lauro al Festival di Sanremo Achille Lauro al Festival di Sanremo[/caption]

La Band partecipò nel 2014 a Sanremo Doc al Palafiori e quattro anni dopo a Sanremo Rock. La Band e il legale dunque chiedono un confronto: "Io pretenderei se fossi l’avvocato dell’artista Achille Lauro di avere un confronto con questo avvocato che si è fatto 8 ore di macchina per capire se ha un briciolo di certezza. Siamo qui per un confronto e le posso assicurare che se non avrò un confronto prima di questa sera, spenderò da oggi fino al futuro mezzora al giorno della mia attività professionale contro, non l’artista, ma contro il Festival per vedere garantito il diritto dei miei assistiti”, conclude l'avvocato.