il-volo

Sono loro stessi a riconoscerlo: il rapporto de’ Il Volo con i giornalisti non è sempre stato idilliaco. Tante volte, come detto già la notte della finale di Sanremo al Dopofestival, sono stati definiti “giovani vecchi”. Ma le critiche incassate dal trio di enfant prodige negli anni sono state tante: spocchiosi, presuntuosi e perfino “bimbiminchia”.

Ora però Piero, Ignazio e Gianluca hanno deciso di denunciare questo atteggiamento, definendolo una forma di bullismo. I ragazzini sono cresciuti ed ora rispondono a tono. “Ci hanno definito i giovani vecchi” commentarono la notte del loro terzo posto “I giovani vecchi sono sul podio“.

Le offese e la replica

Stando a quanto rivelato dagli stessi ragazzi all’Ansa, quelli di alcuni giornalisti nei confronti de’ Il Volo sono stati veri e propri insulti, come ha ricordato anche Fiorello.Me*de” o “In galera“, sono stati solo alcune delle offese lanciate in sala stampa verso di loro. Offese che adesso, passata l’ebrezza del podio e tornati alla normalità, vogliono denunciare.

Piero, Gianluca e Ignazio

Abbiamo avuto bisogno di qualche giorno per essere lucidi e affrontare questa cosa. Dunque alcuni giornalisti (ed è bene dire che solo alcuni) ci hanno pesantemente insultato. Hanno usato parole come ‘me*de’, ‘vaff***ulo’, ‘in galera’, ecc ecc. che consideriamo come frutto di una vera e propria forma di bullismo, di sfottò da stadio” comincia così la replica dei tre ragazzi. ” Queste persone non hanno portato gloria all’ordine che rappresentano. Il loro atteggiamento è stato un insulto, prima che a noi, a tutti i colleghi giornalisti che svolgono il proprio lavoro in maniera seria e professionale” proseguono.

10 anni di carriera

Ex bimbi prodigio, Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble furono lanciati come Il Volo dal programma di Antonella Clerici, Ti Lascio Una Canzone. Era il 2009 e loro erano poco più che ragazzini. Questa partecipazione a Sanremo 2019 è stato anche un modo per festeggiare i loro primi 10 anni di carriera, già vincitori del Festival nel 2015. E quel terzo posto, dietro Ultimo con le sue polemiche e Mahmood vincitore del Festival, è stato una grande soddisfazione.

il-volo-sanremo

In 10 anni abbiamo avuto molte critiche sulla nostra musica, sul genere che cantiamo” continuano. Accusati “di essere arroganti, spocchiosi, bimbiminchia…. Non abbiamo mai proferito parola o dato importanza a tutto ciò anche perché fortunatamente abbiamo sostenitori che ci supportano quotidianamente perché amano quello che facciamo. Ma quando vediamo dei vide che testimoniano la cattiveria e la poca umanità da parte di persone che potrebbero essere nostri genitori (molti anche nostri nonni) ci dà molto fastidio perché ogni artista deve avere il proprio spazio di espressione musicale“. Infine concludono: “Essere chiamati ‘me*de’ o vedere qualcuno che sbraita ‘in galera’ solo perché stiamo facendo quello che ci piace fare nella vita, è molto irrispettoso nei nostri confronti ma sopratutto nei confronti della libertà di espressione“.