Pupo a Non è la D'Urso

Enzo Ghinazzi, in arte Pupo, si divide tra i suoi due grandi amori: Anna, sposata nel 1974, e Patricia, manager con cui ha una relazione dal 1989. Il cantante a Non è la D’Urso racconta la sua esperienza con la famiglia allargata, spiegando che nella vita si accettano i compromessi e che l’amore e i rapporti si basano su questo.

Pupo: la sua vita nel triangolo amoroso

Non ha rimpianti Pupo, che racconta a Barbara D’Urso del suo triangolo amoroso, e delle tre figlie, Ilaria Clara e Valentina. “Io sono stato un grande c*****o nella vita“, ammette il cantante, ma sulla sua vita amorosa non scherza.

Non c’è un segreto, non mi chiedete come si fa o se uno lo rifarebbe. Io sono innamorato pazzamente delle mie due donne“, ammette candidamente l’icona della musica italiana.

Pupo a Non è la D'Urso
Pupo a Non è la D’Urso

Gli “sferati”, Francesca Barra, Alessandro Meluzzi, Annalisa Minetti, Giuseppe Cruciani e Alessandro Cecchi Paone, dibattono sul tema. “Non facciamo il processo alle intenzioni” avverte Pupo, “La serenità è un qualcosa che è stata conquistata nel tempo, con grande sofferenza. Se mi chiedessero se vorrei che mia figlia o le persone a me care abbiamo il mio tipo di vita direi assolutamente no“.

La famiglia perfetta

Ghinazzi dichiara di non tradire adesso, nonostante gli inciampi del passato: “Sono un uomo che ha avuto la passione, non solo per alcune cose considerate pericolose, ma mi è capitato di tradire anche Anna e Patricia“. Di fronte alle obiezioni degli sferati ribatte: “È vero, è una cosa da ricchi, ma è colpa mia se me lo posso permettere?“.

Il cantante è molto orgoglioso della sua famiglia: “Ho avuto due figlie con mia moglie, una con un’altra donna. Se voi conosceste la mia famiglia e le mie figlie e faceste un paragone con i miei colleghi la discussione terminerebbe.

Ho una famiglia perfetta di gente normale, che non mi ha mai chiesto un’abito griffato e non ha mai abusato di alcol e droga, che ha figli e che mi ha reso nonno“.

Pupo racconta la sua famiglia allargata
Pupo racconta la sua famiglia allargata

Il poliamore, Cruciani: “Lo fanno in tantissimi”

Sui rapporti poliamorosi c’è un intenso confronto e Cruciani promuove lo stile di vita di Pupo: “Di nascosto hanno tutti l’amante. Chi è senza peccato fa una vita di m***a”. “Se fossi omosessuale me lo sposerei“, continua il giornalista, “Lui ha istituzionalizzato quello che avviene in tantissime famiglie italiane. Poteva fare il testimone di Verona. Lui ha deciso di rendere trasparente per la moglie e le figlie quello che molti nascondono“.

Interviene anche Alessandro Cecchi Paone: “Grazie per l’elogio della famiglia allargata, lo sai che io ci credo“, ammettendo però che “Gli psicologi dicono che quando c’è un triangolo c’è almeno uno dei tre che soffre perché sopporta pur di non perdere il partner“. Pupo smentisce che nella sua famiglia possano esserci invidie: “Capita che usciamo a cena tutti e tre, noi non facciamo le orge, non dormiamo tutti e tre insieme. Mogol mi chiese perché io fossi amato da queste due donne. Un giorno arriva tutto contento e mi fa ‘L’ho capito perché le tue donne ti amano, perché ti considerano un figlio e un figlio non puoi non amarlo’“.