primo piano di giorgia meloni

Mancano meno di 2 giorni al voto e sono poche le ore che rimangono a disposizione di partiti e politici per concludere la campagna elettorale per le elezioni europee 2019. La tensione è alle stelle e vogliamo pensare sia per questo che, davanti a domande molto facili, sorgano dubbi amletici come quelli sopraggiunti in mente a molti noti politici italiani, candidati, di fronte ad una domanda banale e sicuramente non difficile come quella a loro posta da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro a Un giorno da pecora: con quali Paesi confina la Germania?

Tranquilli, se non li sapete o non li ricordate, non siete gli unici.

Elezioni Europee, candidata alla prova

Il 26 maggio è alle porte e con oggi si concludono comizi, discorsi, promesse: la campagna elettorale per le elezioni europee del 2019 si sta lentamente consumando e si appresta a finire con oggi.

Mentre i dati di Google ci suggeriscono come in cima alle ricerche degli italiani in queste ore ci siano i programmi dei vari partiti o le indicazioni per compilare al meglio la scheda così da non incorrere nel rischio del voto nullo, ci auspichiamo che possa risalire la classifica anche la ricerca: Paesi che confinano con la Germania.

La domanda insidiosa: con chi confina la Germania?

Una domanda insidiosa? No, non si può considerare tale. Eppure per numerosi politici italiani che in questo momento si trovano in piena campagna elettorale proprio per un posto in Europa, hanno trovato la totale disfatta di fronte ad un quesito così “ostico”.

Intervistati da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro ad Un giorno da pecora, in diretta su Rai RaiRadio1, non solo alcuni politici hanno manifestato di non avere proprio chiarissimi i confini della Germania ma, più in grande, i loro dubbi hanno totalmente messo in discussione la cartina geografica dell’Europa riuscendo, qualcuno, a permutare isole in arcipelaghi e creando nuovi vicinati, come quello risaputo tra tedeschi e….

spagnoli.

Spagna, Gran Bretagna?

Secondo i principi cardine della geografia surrealista, Alessandra Moretti, politica italiana del Pd già finita al centro, in passato, di numerose polemiche, la Germania confina con la Spagna, una risposta (sbagliata) arrivata però sotto suggerimento di Lauro che, per aiutarla, le ha detto insieme alla Cucciari: “L’hanno invasa perché era vicina“.

I 2.509 km di distanza possono considerarsi tuttavia una svista alla luce di un nuovo confine, deciso dalla Moretti stessa, alla quale la Germania dovrà abituarsi in questi tempi duri per la scienza della terra: la Gran Bretagna.

L’ossessione per l’Ugheria

Quattro in pagella anche per Susanna Ceccardi, la combattiva, determinata e irriverente – come si legge sulla sua pagina Facebook – candidata alle europee al fianco di Matteo Salvini, per la quale la Germania a nord confinerebbe con il mare. Non malissimo forse, se non si fosse ricreduta subito dopo e sicuramente meglio della seconda risposta che avrebbe dovuto risollevarla da quella spinosa scivolata: l’Ungheria.

E non è l’unica a fare all-in sugli amici ungheresi, anche Carlo Calenda, volto del Partito Democratico, non ha tentennato troppo prima di citare l’Ungheria. Più confusa forse la risposta di Giorgia Meloni, candidata di Fratelli d’Italia che prima di rispondere ha voluto tracciare mentalmente i confini, immaginandosi la Germania per esordire poi con un fatale: Romania.

Seguito da un peculiare Lietchtenstein. D’altronde, il suo slogan cita “In Europa per cambiare tutto“, anche i confini? Non riesce a risollevare il Pd nemmeno Elisabetta Gualmini per la quale la Germania confina un po’ con la Norvegia – che a colpo d’occhio, raggiunta via mare, non è nemmeno poi così lontana se non si tiene conto della Danimarca – e un po’ con la Lituania.

Tra storia e astensioni

E se la geografia fa poi a pugni con la storia non può che essere riesumato un confine storico-sociale che non si vedeva più da 70 anni, rispolverato dell’euroscettico Antonio Maria Rinaldi, anche lui in corsa con la Lega: la Germania dell’Est.

E il Movimento Cinque Stelle in tutto ciò? Dovrebbe stare fermo a giudicare dalla risposta data da Sabrina Pignedoli che con il Movimento “continua a cambiare anche in Europa“, e ha così cambiato la disposizione degli Stati, mettendo vicino alla Germania la Bielorussia.

Più diplomatica ancora Alessandra Mussolini, candidata nel gruppo di Forza Italia, che ha esordito, socraticamente, con un: “Non è che non li so, non te li voglio dire. Mi rifiuto di dirlo“. E a giudicare dalle risposte dei colleghi, forse non ha toppato poi troppo. Insomma, non una grande figura per chi ambisce ad andare in Europa, più che altro, viene da chiedersi se la raggiungeranno a piedi o via mare.

GUARDA IL VIDEO:

*immagine in alto: Giorgia Meloni a Un giorno da pecora (frame)