serena rutelli

Serena Rutelli ha concluso la sua esperienza al Grande Fratello e ora vive la sua vita più forte di prima. La figlia di Francesco Rutelli e Barbara Palombelli si è detta molto soddisfatta dell’esperienza nella Casa, ormai alle spalle: nel suo mondo ora c’è Alessandro Prince Zorresi. Con il 21enne prospetta anche di mettere su famiglia, come ha rivelato a Gente, prima però c’è il tempo perso passato nel reality da recuperare.

Serena Rutelli: con Alessandro una bellissima storia d’amore

L’ex gieffina si gode l’estate romana insieme al suo Alessandro, 21 anni, 9 meno di lei, che lavora nel reparto amministrativo di un centro educativo.

L’esperienza del Grande Fratello è stata molto importante per la coppia: “Per la prima volta mi sono ritrovata completamente sola. Ed è stato strano perché con Alessandro ho un rapporto strettissimo, siamo abituati a vederci tutti i giorni, ci cerchiamo, abbiamo bisogno uno dell’altra“, ha raccontato al settimanale di Monica Mosca. I due hanno in comune l’adozione, un’esperienza che vivono con spirito differente: lui è stato adottato a 3 mesi e cerca di ricostruire le sue radici. Serena Rutelli non è invece intenzionata in nessun modo a riallacciare i rapporti con la madre biologica. Per lei “mamma” è Barbara Palombelli, che ha cresciuto lei e la sorella Monica.

Per il futuro c’è il desiderio di un figlio

Alessandro ha un buon rapporto anche con i genitori adottivi: “Viviamo un grande amore, i miei genitori lo adorano, e sì, stiamo pensando anche a un bambino. È la prima cosa che mi ha detto quando sono uscita dalla Casa del GF. È un’idea meravigliosa, ma vorrei aspettare ancora un po’, per gustare fino in fondo la felicità di questo rapporto“. Serena è ora concentrata su se stessa: ha concluso la terapia, durata 20 anni e sta sperimentando una nuova sicurezza derivata dal reality: “Forse ho imparato a gestire le mie insicurezze, le mie paure.

Ma ho dovuto convincere tutti, soprattutto mio padre. Temeva che potessi avere un crollo. E invece ne sono uscita più forte di prima“.