Spettacolo

Caduta Libera, si apre la botola per Nicolò Scalfi: la sconfitta tra lacrime e commozione

Tantissima l'emozione in studio a Caduta Libera che nella puntata del 6 luglio ha dovuto dire addio a Nicolò Scalfi, il giovanissimo campione per per 88 puntate ha dominato la scena: commosso anche Gerry Scotti
nicolò scalfi mentre piange insieme a gerry scotti

Dopo 87 puntante, come avevano già anche anticipato le indiscrezioni filtrate su Twitter qualche giorno prima, la botola di Caduta Libera si è aperta anche per il giovane “campioncino”, Nicolò Scalfi. Tantissima la commozione del concorrente dei “record”, scivolato sul Coniglio di inox, opera d’arte di Jeff Koons.

La sconfitta di Scalfi

A maggio è stata battuta all’asta l’opera più costosa realizzata da un artista vivente. Rappresenta un…”, la risposta era “coniglietto“, l’opera in inox che ha consacrato la sconfitta di Nicolò Scalfi, il giovane campione di Caduta Libera che ha tenuto banco per ben 88 puntate.

Un fitto vociferare ha accompagnato la caduta del campione, perdita già anticipata sui social qualche giorno prima. Dopo 3 mesi da campione imbattibile e ben 651mila euro di vincita, il campioncino però ha fermato la sua avanzata – e forse per le tasche di Mediaset non è stato poi un così grosso dispiacere – perdendo tra le lacrime sue e dell’empatico Gerry Scotti.

La commozione di Nicolò Scalfi

Una sconfitta attesa ma che ha destato nonostante tutto incredulità e tristezza tanto da trovarsi di fronte lo sfidante, vincitore, a fare il tifo per lui mentre il conto alla rovescia di avvicinava sempre più allo zero.

Signori, prima o poi doveva capitare – sono state le prime parole di Gerry Scotti – È capitato“.

E mentre il pubblico batteva fragorosamente le mani celebrando Scalfi, l’emozione in studio si è fatta sempre più palpabile sfociando in emozionate parole di ringraziamenti e qualche lacrima. “Forse è un’emozione più grande questa – ha così chiosato il campioncino, con la voce rotta da un pianto singhiozzante – Per ringraziare tutti.

È stato bellissimo“. “È un pianto di gioia e ringrazio la produzione, i costumi, te in particolare (ndr. Gerry Scotti), saluto le mie cuginette, i miei amici e tutti quelli che mi conoscono e veramente non posso che essere grato per tutti voi, grazie veramente“.

Si emoziona anche Gerry Scotti

Parole, le sue, che hanno visibilmente commosso il conduttore di Caduta Libera, che per lui ha sempre tifato in questi 3 mesi instaurando col giovane 20enne un rapporto molto paterno: “Sono emozionate anche io. È un momento che non avrei mai voluto celebrare ma è la regola, show must go on, lo rivedremo nei nostri tornei, ciao grande Nicolò“.

Potrebbe interessarti