cane steso a terra

Li hanno trovati in pessime condizioni, al caldo, senza acqua e circondati da feci e urina: a Piacenza, 6 cani sono stati costretti a una vita terribile, 2 di loro rinchiusi in uno dei locali della palazzina ex Enel di via Nino Bixio. Secondo quanto riporta Il Piacenza, gli animali si trovavano nell’edificio posto sotto sequestro nel 2018, e la Polizia locale che li ha salvati ha denunciato un romeno risultato proprietario dei cuccioli segregati.

Cuccioli rinchiusi tra gli escrementi

Drammatico ritrovamento a Piacenza, nello stabile ex Enel di via Nino Bixio, già sotto sequestro dal settembre 2018. Il Nucleo Ambientale della Polizia Locale ha provveduto al salvataggio di 6 cani, 2 dei quali costretti in una stanza al caldo e senza acqua.

Secondo quanto riportato da Il Piacenza, si tratta di 2 pitbull di 9 mesi e di 4 esemplari di shih tzu (mamma e 3 cuccioli nati da qualche settimana), tutti in grave stato di malnutrizione e costretti a vivere tra rifiuti, feci e urina.

Cani trasferiti in canile, denunciato un 24enne

Gli animali sono stati sequestrati dalla Polizia locale e trasferiti in un canile, dove sono stati attivati i necessari protocolli di assistenza. Un romeno di 24 anni, proprietario dei pitbull segregati in una delle stanze della palazzina, è stato denunciato e dovrà rispondere dei maltrattamenti.

Dei cani salvati, 4 avrebbero vagato alla disperata ricerca di cibo, senza ch nessuno se ne occupasse. All’interno della stanza in cui si trovavano rinchiusi i 2 molossi, gli agenti avrebbero trovato cumuli di spazzatura e escrementi, oltre a temperature talmente elevate da toccare i 30 gradi.

L’area in questione, posta sotto sequestro un anno fa, è stata spesso teatro di situazioni al limite della legalità. Nel tempo, l’edificio sarebbe stato occupato abusivamente da diverse persone fino al provvedimento di sgombero che, nel 2018, aveva portato il Comune a murare l’ingresso.