bimba vittima di abusi

Una richiesta presentata dai suoi legali nei giorni scorsi ma inizialmente respinta dal gip Luca Ramponi, quella della scarcerazione dello psicoterapeuta e direttore scientifico della onlus Hansel&Gretel Claudio Foti. Lo psicoterapeuta era coinvolto nell’inchiesta rinominata Angeli e Demoni sugli affidi illeciti di minori strappati alle proprie famiglie.

L’inchiesta ha coinvolto psicoterapeuta, assistenti, educatori fin anche al sindaco di Bibbiano, Andrea Carletti. Anche per lui era stata richiesta la revoca della misura cautelare dei domiciliari.

Affidi illeciti: revocati i domiciliari a Foti

La decisione è stata presa dal tribunale del Riesame di Bologna che ha accolto l’istanza dell’avvocato dello psicoterapeuta, Girolamo Andrea Goffari.

Il giudice ha disposto per Claudio Foti l’obbligo di residenza e firma a Pinerolo. Secondo quanto riferito dal Corriere della Sera, l’avvocato ha riferito che non sono stati trovati gravi indizi di colpevolezza; lo psicoterapeuta potrà riprendere la sua attività da “uomo libero”.

Le parole del legale di Foti

L’avvocato ha poi aggiunto: “Mi spiace che un uomo che ha difeso per 30 ann persone maltrattate, bambini e bambine vittima di violenza possa avere un’immagine lesa, quando ha ricevuto attestati di stima da tutta Italia per tutta la sua carriera”, e poi aggiunge “Non può essere accusato di aver manipolato pazienti, li abbiamo dimostrato e ora punteremo all’archiviazione”.

Foti è stato scagionato dalle accuse di manipolazione mentale a danni di una delle giovani vittime; le manipolazioni avvenivano durante le sedute. Resta però l’altro capo d’accusa che quello di abuso d’ufficio, come spiegato dal legale: “L’altro è l’abuso d’ufficio in concorso – si legge su Ansaperché sarebbe stato consapevole che le psicoterapie che gli venivano pagate dovevano essere bandite con concorso e non affidate direttamente“.

Il legale si è detto fiducioso nel proposito di dimostrare l’innocenza del suo assistito anche in questo caso.

Chi è Claudio Foti

Il nome di Claudio Foti è rinomato nell’ambiente, fondatore della ONLUS Hansel&Gretel, è stato capo dell’Osservatorio Nazionale Infanzia e Adolescenza e giudice onorario del tribunale dei minori per 13 anni, dal 1980 al 1993.

Il suo nome è finito nel turbine dell’inchiesta sugli affidi illeciti, nota anche con la dicitura Angeli e Demoni, perché accusato di aver manipolato la mente di diversi minori spingendoli a pensare di aver subito abusi. La Onlus infatti collaborava con i paesi della Val D’Enza, tra cui Bibbiano.