andrea camilleri in primo piano e la tomba sommersa da bigliettini

Come ogni scrittore forse potrebbe desiderare, sono state le parole a seppellire Andrea Camilleri. Si sono svolti in mattinata i funerali della penna di Sicilia, un ultimo addio commosso al Cimitero Acattolico di Roma.

I funerali riservati al cimitero Acattolico di Roma

Tutti in queste ore stanno ricordando in queste ore il grande scrittore di Porto Empedocle, Andrea Camilleri. Lo scrittore è deceduto all’età di 93 anni nell’ospedale Santo Spirito di Roma dove risultava ricoverato per un attacco cardiaco da circa un mese. I funerali, come voleva lo scrittore, si sono svolti in forma estremamente privata in quel di Roma, al cimitero Acattolico.

La sepoltura tra i grandi artisti

Un luogo sacro in cui riposano altri rinomati nomi di personaggi illustri che come Andrea Camilleri con la loro esistenza hanno saputo riscrivere un genere. Proprio lì, non lontano dalla tomba di Camilleri giace il corpo di un altro grande nome della letteratura italiana, Carlo Emilio Gadda. Proprio come Antonio Gramsci, sepolto anche lui nel medesimo cimitero per non dimenticare il poeta londinese, John Keats, Amelia Rosselli, Shelley per non citare anche scultori, artisti di vario tipo che ora riposano attorno al grande scrittore, padre di Montalbano.

Decine e decine di biglietti

Soffermandosi sulla tomba di Camilleri si nota una peculiarità: la lapide è stata infatti invasa da decine e decine di biglietti.

Parole d’amore e devozione che i lettori hanno voluto lasciare sulla tomba dello scrittore, parole che lo possano accompagnare. Chi ha voluto scrivere un proprio personale pensiero, chi citare alcune parole dello scrittore, chi una poesia: non si riescono a contare le parole dedicate a lui nel giorno del suo ultimo addio.