Cronaca

Roma carabiniere ucciso nella notte: fermati due americani

Shock e incredulità per la morte del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega espresse nelle parole del collega
Mario Rega Cerciello

L’incredulità è tutto quello che resta di questa convulso venerdì nel quale è stata annunciata la morte di Mario Cerciello Rega, il vice brigadiere dei carabinieri morto per colpa di 100 euro.

Due persone sono state fermate per furto e omicidio. Cariche di dolore le parole del collega che ha raccontato di come ha fatto di tutto per salvarlo; tentativi che si sono rilevati inutili. 

Le parole del collega

Quando ho sentito Mario urlare ho lasciato uno dei due uomini fermati e ho provato a salvarlo” questo il resoconto drammatico del collega di Mario Cerciello Rega “perdeva molto sangue”.

Il carabiniere giaceva a terra in un lago di sangue colpito da 8 coltellate, uno di questi, quello letale, al cuore.

Tutto per aver bloccato due persone sospettate di furto ed estorsione. 100 euro per la restituzione di un borsello, quando i due carabinieri si sono avvicinati, uno dei due criminale ha estratto un coltello e lo ha ferito. I due criminali sono scappati, il vicebrigadiere è stato trasportato d’urgenza in ospedale, dove è deceduto poco dopo.

Le indagini proseguono 

Le dinamiche sono passate al vaglio nel dettaglio dagli inquirenti.

Si tratterebbe di due cittadini americani, ora si trovano nel nucleo operativo dei carabinieri di via In Selci. Presto gli interrogatori che saranno condotti dai magistrati della Procura di Roma. Le accuse non sono state formalizzate. L’attenzione degli inquirenti ora si sta concentrando sul misterioso borsello rubato.

Si tratterebbe di due studenti americani

I due sospettati, secondo quanto si legge su RaiNews, sarebbero due studenti americani frequentanti la John Cabot University.

L’ambasciata americana è stata allertata, i due ragazzi sono stati intercettati in una stanza dell’hotel Meridien in via Cesi, a poca distanza dal luogo in cui il vice-brigadiere è stato ucciso.

 

Lunedì i funerali a Somma Vesuviana, nella chiesa di Santa Croce; la stessa dove poco più di un mese fa il vice-brigadiere si è sposato.

L’omaggio della polizia di Stato

Nel pomeriggio di oggi diverse volanti della Polizia di Stato hanno sfilato a sirene spiegati di fronte al Comando Generale dei Carabinieri. Una manifestazione per mostrare solidarietà all’Arma.

Potrebbe interessarti