primo piano di noemi magni

Erano più di mille le persone che ieri sera hanno presenziato alla fiaccolata per ricordare Noemi Magni, la ragazza di 26 anni morta questo week end a Fiumicino, sbalzata via insieme alla sua macchina da una tromba d’aria. Il racconto di chi ha assistito al ritrovamento dell’ormai cadavere di Noemi è straziante.

Noemi, morta a Fiumicino

Secondo quanto si apprende da Il Messaggero, è stato il padre a ritrovare insieme ai poliziotti il corpo di sua figlia Noemi, 26enne, ancora intrappolata senza vita all’interno della sua Smart, sbalzata via con violenza da una tromba d’aria a Fiumicino.

I presenti, come riportato da Il Messaggero, ricordano indelebilmente le urla del padre della ragazza, Franco Magni, che non appena ha scorto la figlia le ha appoggiato l’orecchio sul petto per sentire il battito di un cuore che non batteva più.

È rimasto tutta la notte abbracciato alla figlia

Gridava Noemi, non andartene via, l’ha trovata lui, andando dentro il canale inseguito da un poliziotto e un carabiniere – racconta un testimone a Il Messaggero – La figlia stava dall’altra parte del canale, poco lontano la smart nera“.

Secondo quanto raccontato dai testimoni, il padre ha iniziato ad urlare, gridando alla figlia di non andarsene e chiedendo disperatamente, nella speranza di poterla ancora salvare, un defibrillatore: “È rimasto tutta la notte abbracciato alla figlia“, riferisce un testimone, mentre la madre della giovane sotto shock continuava a ripetere: “Svegliami, dimmi che è un sogno“.

Una fiaccolata per Noemi

Affranto dal dolore anche il fidanzato di Noemi, scorto dai presenti non lontano dal cadavere della 26enne, rimasto per tutta la notte seduto in disparte per terra, ancora sporco di fango e chiuso nel mutismo più assoluto.

Di Noemi permane ora il ricordo di chi l’ha conosciuta, l’amore nutrito per lei dal vicinato e gli striscioni, le magliette con sù scritto il suo nome pronunciato come un mantra durante la fiaccolata per lei a cui ha preso parte anche il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino.

*immagine in evidenza: Noemi Magni. Fonte/Facebook Franco Magni (dimensioni modificate)