Vladimir Luxuria e Damiano Er Faina

Damiano Coccia, meglio noto sul web con l’alias ‘Er Faina’, è protagonista di un’accesa polemica dopo la notizia della sua partecipazione alla prossima edizione di Temptation Island Vip. “L’odiatore” più discusso di Instagram continua a macinare critiche alla velocità della luce, replicando a sua volta e trovando sempre nuovi interlocutori. Tra questi spicca Vladimir Luxuria, il cui tweet sulla scelta di ammetterlo come concorrente è tagliente.

Luxuria contro Er Faina

Gli attacchi a Barbara d’Urso non sono passati inosservati, e ‘Er Faina’ si trova al centro di una feroce polemica perché ammesso nella rosa di concorrenti di Temptation Island Vip.

Damiano Coccia, che spopola su Instagram, nel bene e nel male, continua a far parlare di sé e catalizza l’attenzione dei più scettici, alcuni dei quali trovano decisamente sconveniente l’ok alla sua presenza nel reality (in coppia con la fidanzata Sharon Macri.

Tra questi figura Vladimir Luxuria, che su Twitter ha espresso il suo disappunto: “Tale Er Faina, professione hater sui social, è premiato diventando concorrente di #temptationislandvip da ora in poi per fare carriera si devono offendere presentatrici tv e coppie omosessuali.

La stessa tv che lui critica adesso è quella in cui ci vuole sguazzare. Coerenza zero“.

Il concorrente accusato di incoerenza

Secondo Luxuria, dunque, Er Faina sarebbe incoerente perché ha deciso di prendere parte a una delle trasmissioni che lui stesso critica fortemente sui social.

Nato come fenomeno del web nel 2015, ha guadagnato popolarità per via delle sue incursioni video in cui critica aspramente (e con toni spesso poco lusinghieri) volti noti e fatti che non gli vanno a genio.

C’è chi non ha faticato a definirlo un vero e proprio hater, chi invece trova che la sua sia una mera mossa strategica per avere visibilità.

Comunque stiano le cose, è chiaro che il suo ‘gioco’ valga la candela al punto da entrare nella rosa dei ‘vip’ che faranno parte della prossima edizione di Temptation.

Una delle più accese polemiche era nata in seguito alle sue esternazioni sulle famiglie arcobaleno: “Nun la chiamate famiglia. Almeno io non ce la faccio a chiamarla così“.