Good News

Sonia, affetta da una patologia che non la fa camminare ha realizzato il suo sogno

Grazie all'ausilio degli agenti della polizia di Terminillo e all'associazione "Cammino possibile" Sonia è riuscita ad arrivare a 2108 metri di quota sul monte su una speciale carrozzina da fuoristrada chiamata "Joelette"
Sonia con gli agenti di polizia mentre scalano il monte Terminillo. Fonte: Polizia di Stato/Facebook

La storia di Sonia è una di quelle che infondono speranza. Speranza per chi, come lei, è costretto a vivere su una sedia a rotelle. Ieri, 22 settembre, grazie all’ausilio della polizia e di un’associazione, ha scalato il monte Teminillo, nel Lazio.

Sonia, affetta da una patologia invalidante

Sonia è una giovane donna di Rieti affetta da una patologia invalidante che le impedisce di camminare e l’ha costretta su una sedia a rotelle. Ha da molto tempo un desiderio: scalare il monte Terminillo, tra le cime più alte del Lazio. Così si è rivolta alla Questura di Rieti che ha organizzato l’escursione e ha realizzato il suo sogno.

L’arrivo ad alta quota sul monte Terminillo

Grazie all’aiuto degli uomini della polizia del Terminillo, specializzati nel soccorso in montagna e all’associazione “Cammino possibile, Sonia ha appagato il suo desiderio. L’associazione, infatti, ha messo a disposizione la “Joelette”, una carrozzina speciale da fuoristrada che consente le escursioni in montagna. Gli agenti hanno portato a braccia la giovane donna sulla carrozzina, mentre lei finalmente si godeva l’agognato panorama, e sono arrivati al rifugio “Massimo Rinaldi“, a 2108 metri di quota. Su TgCom24 si legge che lì, gli amici e gli uomini della polizia del Terminillo hanno brindato con Sonia per il successo dell’impresa.

La pagina Facebook della Polizia di Stato ha documentato la scalata con molte foto.

Un’estate di sogni realizzati

È soprattutto grazie ai volontari delle molte associazioni sparse sul territorio se persone invalide riescono a realizzare i propri sogni.

Quest’estate la storia di Laura, affetta da sclerosi multipla, che era riuscita a partecipare al concerto di Vasco Rossi, aveva molto commosso. Anche Sandra, malata di SLA, grazie ai volontari dell’associazione Team Deri, ha realizzato il suo desiderio: per il suo 56esimo compleanno ha fatto di nuovo un bagno al mare.

Da nord a sud, ci sono persone che ogni giorno portano un po’ di speranza e di gioia nella vita di gente come Sonia, Laura e Sandra.

Immagine in evidenza: Sonia con gli agenti della polizia di Terminillo. Fonte: Polizia di Stato/Facebook

Potrebbe interessarti