Mario Cerciello Rega

A Mario Cerciello Rega, il carabiniere ucciso a Roma lo scorso 26 luglio, il Comune di Somma Vesuviana intitola un settore dello stadio comunale Felice Nappi e dedica una giornata sul valore della legalità organizzata con la Lega Pro e il suo comitato etico. Il programma della giornata, che si sta svolgendo oggi, è stato presentato in un comunicato stampa e condiviso anche sulla pagina Facebook del comune.

Somma Vesuviana omaggia Mario Cerciello Rega

Oggi, Somma Vesuviana ha ricordato il vicebrigadiere Mario Cerciello Rega con una giornata ricca di eventi.

Lo slogan della giornata è Insieme per la legalità in campo e nella vita e il primo evento si è tenuto questa mattina alle 10,00 al Teatro Summarte e ha visto protagonisti “importanti personalità del mondo del calcio e dell’Arma dei carabinieri e gli studenti della città“, come si legge sul comunicato del comune. Dopo l’intitolazione di un settore dello stadio di Somma Vesuviana al vicebrigadiere 35enne che era originario della cittadina, la manifestazione si sposta alle 15,00 di questo pomeriggio allo stadio di Brusciano, un altro comune nella città metropolitana di Napoli, dove si sfidano le squadre di calcio Under 17 di Avellino, Casertana, Cavese e della Viribus Unitis.

A commentare le partite del memorial c’è Daniele Decibel Bellini, “voce radiofonica e speaker dello Stadio San Paolo“. Era presente alla manifestazione svoltasi questa mattina anche il Sottosegretario del Ministero dell’Interno, Carlo Sibilia che ha scritto su Twitter: “A due mesi dalla scomparsa del vicebrigadiere dei #Carabinieri Mario Cerciello Rega è un grandissimo onore essere oggi a #SommaVesuviana per la Giornata in sua memoria organizzata dalla #LegaPro. Mario ci ha lasciato un grande esempio, da tenere sempre presente“.

Le parole del Sindaco Salvatore Di Sarno

Il comunicato stampa del comune di Somma Vesuviana riporta le parole del suo Sindaco, Salvatore Di Sarno. Il Primo Cittadino si è espresso così sulla manifestazione che omaggia il carabiniere ucciso a Roma: “Io e la mia Amministrazione crediamo nell’importanza dell’esempio e delle parole e domani ci spenderemo per insegnare ai giovani, e non soltanto, quanto sia fondamentale far sì che la legalità sia costantemente nel nostro agire quotidiano e non soltanto uno slogan, Lo dobbiamo a chi si impegna a difenderci ogni giorno, lo dobbiamo al nostro eroe Mario Cerciello Rega“.

Per la morte del vicebrigadiere si trovano in custodia cautelare in carcere due giovani americani, Christian Gabriel Natale Hjorth, accusato di concorso nell’omicidio del carabiniere che sarebbe stato materialmente ucciso con 11 coltellate dal suo amico Finnegan Lee Elder.