matteo salvini

Ieri ha fatto scalpore la notizia dell’elargizione del reddito di cittadinanza ad un’ex brigatista di fama, Federica Saraceni (e non era il primo caso). La donna, oggi 50enne, quando aveva poco più di 20 anni prese parte al commando omicida che uccise il professore e dirigente Massimo D’Antona.

Tra coloro che hanno subito levato grida di protesta c’è anche Matteo Salvini, che però è stato immediatamente redarguito da molti utenti sui social: d’altronde, la legge che ha permesso a Saraceni di avere il reddito l’ha votata la Lega quando era al governo con il M5S.

La posizione di Salvini sul caso Saraceni è molto forte: “O la chiariscono o la ritirano. O fermiamo i lavori del Parlamento”. Lo stesso concetto viene espresso prima all’Ansa e poi sui canali social ufficiali del senatore.

I commenti degli utenti: è polemica

Peccato però che i suoi utenti non si siano dimenticati che a decidere i dettagli sul reddito di cittadinanza, e dunque a definire i criteri e i requisiti per accedere al reddito, sono stati proprio i parlamentari della Lega insieme a quelli del Movimento 5 Stelle.

Sono fioccati, infatti, vari commenti sotto il post di twitter dedicato alla Saraceni.Mi permetto di ricordarLe On. Salvini che il reddito di cittadinanza è stato approvato dalla forza politica che Lei rappresenta, insieme al M5S” scrive un utente, continuando: “Forse non se lo ricordava in quanto impegnato a togliere le accise sui carburanti”.

Un altro utente replica: “Vedo che hai trovato un nuovo argomento. Mi sembra che il reddito di cittadinanza l’ha votato anche la Lega.  Non arrampicarti sempre sugli specchi… Capitone. Prima di parlare pensa alle leggi che hai votato“.

Insomma, questa volta il Capitano potrebbe aver sbagliato strategia. Forse è il caso, per il futuro, controllare ogni volta che i provvedimenti criticati non siano stati approvati con lo zampino della Lega….