nadia toffa

L’autore de Le Iene, Davide Parenti, ha annunciato ad Adnkronos che nel periodo natalizio assisteremo ad un altro omaggio per Nadia Toffa, la giornalista deceduta lo scorso 13 agosto dopo una dura battaglia contro il cancro. Dalle sue parole si può facilmente intuire che il tributo che verrà mandato in onda sarà il filmato in cui la giornalista incontra amici e persone a lei care e di cui la stessa Nadia Toffa ha parlato nel video mandato in onda ieri sera, durante la prima puntata de Le Iene.

Davide Parenti annuncia “l’altro” omaggio a Nadia Toffa

Nel video mandato in onda ieri sera da Le Iene, Nadia Toffa annunciava di avere in mento un progetto, quello di filmare gli incontri con le persone più importanti della sua vita.

Nadia Toffa aveva espresso questo desiderio: “Io vorrei incontrare amici, persone care, persone che hanno lasciato il segno nella mia vita, in quest’ultimo anno, persone per me importanti, che contano davvero, vorrei che tu mi aiutassi a filmare questi incontri“.

Davide Parenti ha annunciato che il filmato che raccoglie questi incontri potrebbe essere mandato in onda da Le Iene le periodo natalizio.

La redazione del programma non sarebbe ancora riuscita a vedere questo filmato: “È stato girato qualche mese prima che ci lasciasse ma fino ad oggi non abbiamo ancora avuto il coraggio di guardarlo, ancor meno di lavorarci. Lo faremo appena ce la sentiremo“.

Il tributo de Le Iene:Una grande emozione per tutti

Davide Parenti ha anche commentato il tributo che Le Iene hanno dedicato ieri alla loro amica e collega scomparsa. Si sono riuniti in 100, tra “Iene” di ieri e di oggi, tutti per rendere omaggio a Nadia Toffa.

L’autore della trasmissione ha commentato quel momento definendolo “molto intenso” e dicendo: “Al termine della serata ho abbracciato e baciato con affetto cento persone che fanno parte della mia vita. È stata una grande emozione per tutti“.

Davide Parenti ha poi aggiunto parlando direttamente della giornalista scomparsa: “Lei è stata un esempio per molti, ha fatto molto bene molte cose, era sempre in redazione, si relazionava in modo intenso con tutti, riusciva a coinvolgere chi lavorava con lei con il suo entusiasmo, era veramente instancabile e appassionata.

La sua lezione è questa“.