Elisa Isoardi e Beppe Bigazzi

Oggi iniziamo un po’ sottotono” ha aperto così, con queste parole, Elisa Isoardi. L’odierna puntata de La Prova del Cuoco è sicuramente segnata dallo sconforto e dal dispiacere per la morte di uno dei protagonisti del programma che in passato, insieme ad Antonella Clerici e ad Anna Moroni, lo ha forgiato. Parliamo dell’amato Beppe Bigazzi, morto ieri all’età di 86 anni, malato da tempo.

La Prova del Cuoco ricorda Beppe Bigazzi

Il primo pensiero quest’oggi in quel de La Prova del Cuoco è andato a Bigazzi e gli occhi dello staff si levano al cielo in suo ricordo. “Dobbiamo dedicare l’inizio della puntata a una persona molto importante – ha così chiosato la Isoardi, omaggiando Bigazzi Una persona che mi ha accolta la prima volta che sono venuta qui alla Prova del Cuoco nel 2009“.

Una personalità distinta e indistinguibile quella di Bigazzi che ha plasmato il programma che tuttora gode di un successo costruito negli anni.

L’omaggio a Bigazzi di Elisa Isoardi

Lui ha insegnato a tutta Italia il valore del legame tra la terra e la cucina. Senza di lui non esisterebbe la tv che parla di qualità – ha spiegato sempre la Isoardi – Lui è stato il primo, 20 anni fa, ora lo fanno tutti. E senza di lui non esisterebbe la Prova del Cuoco com’è oggi“.

Parole dolorose quelle con cui la conduttrice ha voluto ricordare Bigazzi. Un ricordo che ha voluto avvenisse in diretta e proprio all’inizio della puntata, nel luogo che Bigazzi tanto aveva amato. Qualche ora prima, proprio sul profilo Instagram della Isoardi c’era stata qualche piccola e confinata polemica. Motivo di ciò l’apparente silenzio della conduttrice che, venuta a galla la notizia della scomparsa dell’86enne, non aveva scritto nulla sui social.

Qualche polemica prima della diretta

Però un pensiero a Beppe Bigazzi che è volato in cielo.

Mi rendo conto che la trasmissione de La Prova del Cuoco di adesso è diversa… ma è stato per anni uno dei volti più amati… Grazie“, le ha scritto un utente su Instagram. E ancora, con tono offensivo: “Potresti almeno degnarti di ricordare Beppe… E poi che vergogna Lippi… un pezzente che avete chiamato perché ha le pezze al cu*o… inutile e banale“. Il silenzio della Isoardi era stato contrapposto invece all’omaggio che è arrivato quasi subito, proprio sui social, da parte di Antonella Clerici che al fianco di Bigazzi aveva lavorato per anni.